Mercoledì 24 Luglio 2024

Pinocchio di Garrone al cinema, cosa c'è da sapere. Recensioni (tra elogi e dubbi)

L'adattamento del romanzo di Collodi esce il 19 dicembre, con Roberto Benigni nei panni di Geppetto. La critica ha scritto recensioni positive, pur con qualche dubbio

Una scena del film

Una scena del film

Uno dei migliori registi italiani incontra una delle nostre fiabe più celebri: giovedì 19 dicembre esce nelle sale cinematografiche il 'Pinocchio' di Matteo Garrone, adattamento dell'omonimo romanzo per ragazzi di Carlo Collodi. Un film che il regista e sceneggiatore romano covava da molti anni e che vanta un cast di volti noti: fra gli altri Roberto Benigni, Gigi Proietti, Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini. La critica italiana ne sta parlando bene, anche se non ha nascosto qualche dubbio.

Pinocchio, tutto sul film

La trama ripercorre in modo fedele quella del libro di Collodi, che venne originariamente pubblicato a puntate fra il 1881 e il 1882 e che è già stato portato al cinema numerose volte: il primo adattamento risale al 1911. Incontriamo dunque un burattino di legno che prende vita e che, incuriosito dal mondo che lo circonda, scappa dalle cure del falegname Geppetto e va incontro a mirabolanti avventure, incontrando persone che lo ingannano, altre che lo sfruttano e una fata che gli promette di trasformarlo in un bambino vero se si comporterà bene. 'Pinocchio' è scritto e diretto da Matteo Garrone, romano classe 1968 e riconosciuto come uno dei maggiori cineasti italiani viventi, grazie a film come 'Dogman', 'Gomorra', 'Il racconto dei racconti' e 'L'imbalsamatore'. Garrone è stato affiancato da Massimo Ceccherini nella stesura della sceneggiatura. Il cast è composto da Federico Ielapi (Pinocchio), Roberto Benigni (Geppetto), Gigi Proietti (Mangiafuoco), Rocco Papaleo (Gatto), Massimo Ceccherini (Volpe), Alessio Di Domenicantonio (Lucignolo), Davide Marotta (Grillo Parlante), Paolo Graziosi (Mastro Ciliegia) e Marine Vacth e Alida Baldari Calabria che interpretano la Fata Turchina da adulta e da giovane, rispettivamente. Vale anche la pena di citare Marcello Fonte (Pappagallo), Massimiliano Gallo (Corvo), Gianfranco Gallo (Civetta) e Teco Celio (Giudice Gorilla).

Il trailer

Pinocchio, le recensioni

Il media la critica italiana sta recensendo bene 'Pinocchio': considerando il lavoro svolto sul precedente 'Racconto dei racconti' nessuno è rimasto sorpreso dalla straordinaria resa visiva e dall'efficacissimo uso di effetti prostetici ed effetti visivi. Ciononostante è meritevole di lode che Matteo Garrone abbia saputo confermare il suo talento in questo campo. Qualche perplessità è stata sollevata intorno alla trama, che secondo molti ha pagato un'eccessiva fedeltà al romanzo di Collodi. Come se l'amore di Garrone per il libro si fosse trasformato in un omaggio a tratti didascalico, riducendo il potenziale impatto emotivo della vicenda. Infine, un'avvertenza: alcune scene potrebbero non essere adatte a spettatori troppo giovani, perché piuttosto inquietanti e raccapriccianti. Leggi anche: - David Benioff e DB Weiss, dal Trono di spade a Lovecraft - 'Il maestro e Margherita' diventa un film - In The Heights, il trailer del film musical di Lin-Manuel Miranda