Fra gli "oggetti smarriti" sulle auto di Uber ci sono cose davvero insolite
Fra gli "oggetti smarriti" sulle auto di Uber ci sono cose davvero insolite

Dimenticare il portafogli o il cellulare in taxi è un contrattempo fastidioso, ma può capitare. Però c'è anche chi si lascia dietro cose ben più insolite: come si fa a scordarsi un quadro di Kate Middleton, una montagna di carne surgelata o una gamba artificiale? Eppure è successo davvero, come si legge nel resoconto che Uber pubblica ogni anno sugli "oggetti smarriti" che i passeggeri americani abbandonano sulle sue vetture.

Per cominciare, la classifica dei 10 che sono stati dimenticati più spesso nell'ultimo anno: smartphone, macchine fotografiche, portafogli, chiavi, bagagli, cuffie per la musica, occhiali, sigarette elettroniche, documenti di identità e bottigliette d'acqua. I grandi classici della distrazione, insomma, e non a caso la maggior parte dei casi si verifica venerdì e sabato sera, quando la gente esce per divertirsi (per quanto è stato possibile nell'anno del Covid) e poi magari torna a casa con un paio di bicchieri di troppo in corpo e la mente annebbiata.

Ecco invece l'elenco degli oggetti scordati (nell'abitacolo o nel bagagliaio) più strani che i passeggeri hanno denunciato a Uber. Fra gli altri:
- il succitato quadro di Kate, insieme a un ritratto del Tristo Mietitore
- un catetere
- un bikini leopardato
- un costume di Halloween da dinosauro
- un frigo pieno di pesci
- un dente
- una pignatta
- una tavoletta del water
- una bacchetta di Harry Potter
- la testa di un manichino
- un bastone da passeggio con l'impugnatura a forma di teschio
- un pollo crudo intero e nove chili di sale
- un lampadario di cristallo
- le ceneri del cane cremato
- un giubbotto antiproiettile dell'FBI
- ventidue ciambelloni