Lunedì 17 Giugno 2024
COSTANZA CHIRDO
Libri

Chi sono i finalisti del Premio Strega, Di Pietrantonio in testa. Corsa per cinque (più uno)

In lizza con Voltolini, Valerio, Di Paolo, Romagnolo anche Giartosio in quota ‘piccoli editori’

Benevento, 5 giugno 2024 – Donatella Di Pietrantonio, Dario Voltolini, Chiara Valerio, Paolo Di Paolo e Raffaella Romagnolo. Sono loro i cinque finalisti per la LXXVIII edizione del Premio Strega, a cui si è aggiunto anche Tommaso Giartosio con “Autobiogrammatica” (minimum fax), in quanto libro più votato proposto da un piccolo editore. La cinquina sarà dunque una sestina, in virtù del nuovo regolamento dello Strega.

Dopo il Premio Strega Giovani, “L’età fragile” (Einaudi) di Di Pietrantonio si aggiudica il primo posto nella classifica dei finalisti con un totale di 248 voti. L’autrice era già stata finalista del Premio Strega nel 2021. Segue Dario Voltolini con “Invernale” (La nave di Teseo), con 243 voti; “Chi dice e chi tace” (Sellerio) di Chiara Valerio arriva terzo con 213 voti; poi Paolo Di Paolo con “Romanzo senza umani” (Feltrinelli), con 195 voti e Raffaella Romagnolo con “Aggiustare l’universo” (Mondadori), 193 voti. A loro si aggiunge Giartosio (126 voti) in seguito all'art. 7 del regolamento di votazione, che prevede che se nella graduatoria dei primi cinque non è compreso almeno un libro pubblicato da un editore medio-piccolo, accede alla seconda votazione quello con il punteggio maggiore. Hanno espresso le proprie preferenze, tra voti singoli e voti collettivi, 626 votanti su 700. I sei finalisti sono stati annunciati da Melania Mazzucco, presidente del Comitato direttivo del premio, nella serata condotta da Stefano Coletta al Teatro Romano di Benevento. 

Inaspettata l’esclusione dalla sestina di Antonella Lattanzi, “Cose che non si raccontano” (Einaudi), arrivata seconda nel voto per lo Strega Giovani. E anche quella di Valentina Mira, autrice di “Dalla stessa parte mi troverai” (SEM), romanzo dedicato ai fatti di Acca Larentia che ha fatto fortemente discutere nelle settimane scorse.

Donatella Di Pietrantonio, forte del successo di Strega Giovani e del primo posto nella sestina dei finalisti, sembra la favorita nella votazione finale. “L’età fragile” rievoca un fatto di cronaca nera accaduto nel 1997 in Abruzzo, terra dell’autrice, attraverso la storia di Amanda, di sua madre, e di un segreto che non può più essere nascosto. Il romanzo tratta il tema della violenza di genere scardinando stereotipi sull’età e sulla sicurezza degli “immacolati” piccoli luoghi di provincia.

I finalisti partiranno per un tour di 19 tappe in Italia, delle quali una all’estero, in cui incontreranno il pubblico. La cerimonia di premiazione del vincitore si svolgerà giovedì 4 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma e sarà trasmessa in diretta televisiva da Rai3.