Lunedì 24 Giugno 2024
COSTANZA CHIRDO
Libri

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Strega Giovani con “L’età fragile”

La premiazione si è tenuta oggi a Roma. Domani annunciati i finalisti

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Strega Giovani

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Strega Giovani

Roma, 4 giugno 2024 –  Donatella Di Pietrantonio è la vincitrice del Premio Strega Giovani 2024 con il romanzo “L'età fragile” (Einaudi, 2023). Con 138 preferenze su 605 voti espressi, è stato il libro più votato da una giuria di ragazze e ragazzi tra i 16 e i 18 anni provenienti da oltre cento scuole secondarie superiori in Italia e all'estero. La vincitrice dell'undicesima edizione del premio, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Strega Alberti Benevento, è stata annunciata oggi al Teatro di Tor Bella Monaca, a Roma. Al secondo posto si è classificata Antonella Lattanzi con “Cose che non si raccontano” (Einaudi), e al terzo Chiara Valerio, autrice di “Chi dice e chi tace” (Sellerio).

“C’è un momento preciso, quando ci buttiamo nel mondo, in cui siamo esposti e nudi, e il mondo non ci deve ferire” si legge nella descrizione de “L'età fragile”. Nel romanzo che sta appassionando lettori e critica, Di Pietrantonio rievoca un fatto di cronaca nera accaduto nel 1997 nella sua terra, l’Abruzzo: il delitto del Morrone, in cui furono trucidate due ragazze in escursione sulla Maiella. Lo fa attraverso la storia di Amanda, di sua madre, e di un segreto che non può più essere nascosto, scardinando gli stereotipi sull’età, sulla sicurezza dei piccoli luoghi di provincia “immacolati”, e affrontando per la prima volta il tema della violenza di genere.

“Grazie, non me lo aspettavo. Ringrazio le ragazze e i ragazzi di oggi che troppo spesso sottovalutiamo e invece sono molto altro, una grande famiglia – ha detto Di Pietrantonio sul palco alla premiazione – Mi sento anche di chiedervi scusa a nome di tutta la mia generazione che non ha preparato per voi il migliore dei mondi possibili”. L’autrice, vincitrice del Premio Campiello 2017 con “L’Arminuta” (Einaudi), era stata finalista dello Strega nel 2021 con il libro “Borgo Sud” (Einaudi, 2020).

Nel corso della premiazione, condotta da Loredana Lipperini, è stato annunciato anche il Premio Strega Giovani per la migliore recensione, assegnato a Federica Pitone che ha recensito “Cose che non si raccontano” di Lattanzi. I finalisti Premio Strega saranno annunciati mercoledì 5 giugno al Teatro Romano di Benevento, mentre la premiazione finale si terrà il 4 luglio. Tra le novità di questa edizione, il progetto della Fondazione Bellonci “Storie di Periferia. Riportare le periferie al centro della storia”, dedicato al potere di trasformazione della cultura e della bellezza, che prevede un intervento sulle periferie di Caivano (Na) e Tor Bella Monaca (Rm) attraverso laboratori di scrittura e lettura nelle scuole con scrittrici e scrittori come docenti.