Chi è Jasmine Trinca, protagonista della fiction ‘La storia’ su Rai 1

Dopo l’esordio con Nanni Moretti, Jasmine Trinca si è ritagliata un ruolo importante nel cinema italiano. E non solo.

Jasmine Trinca è la protagonista della fiction di Rai 1, ‘La storia’, in onda dall’8 gennaio 2024, per quattro settimane, con un totale di 8 episodi. L’ultimo appuntamento è previsto per il 23 gennaio prossimo.

Approfondisci:

La Storia, stasera l’ultima puntata su Ra1. La tragedia sta per spezzare Ida: anticipazioni e spoiler sul finale

La Storia, stasera l’ultima puntata su Ra1. La tragedia sta per spezzare Ida: anticipazioni e spoiler sul finale

Al suo debutto, la serie tv ha ottenuto ottimi ascolti, non prevedibili e scontati visto anche l’argomento trattato. Per l’esordio, l’ascolto è stato di 4,5 milioni di telespettatori e il 23,5% di share. Un risultato più che positivo. Giulia Calenda, Francesco Piccolo e Ilaria Macchia hanno firmato la scrittura, Francesca Archibugi ha diretto la serie collaborando alle sceneggiature e, infine, il cast vede, tra gli interpreti, anche Valerio Mastandrea, Elio Germano e Asia Argento.

Approfondisci:

Su Rai 1 il capolavoro di Morante. "La Storia siamo lei". Una madre e il nazismo

Su Rai 1 il capolavoro di Morante. "La Storia siamo lei". Una madre e il nazismo

Come anticipato, protagonista della fiction è Jasmine Trinca, volto sempre più noto della fiction italiana. Nata nel 1981, ha fatto il suo esordio dopo essere stata notata da Nanni Moretti che stava cercando un’attrice non professionista per interpretare il ruolo di Irene, figlia di Laura Morante, per il film ‘La stanza del figlio’. Stava facendo casting agli alunni del liceo classico che la Trinca stava frequentando. Fu scelta proprio lei per il ruolo che l’ha poi portata a vincere la Palma d'oro al Festival di Cannes 2001. Un debutto sorprendente che le ha aperto le porte del cinema.

Nel 2003 recita ne ‘La meglio gioventù’ e ottiene il premio come migliore attrice protagonista (assieme al cast femminile del film) ai Nastri d'argento 2004. Due anni dopo torna a lavorare con Nanni Moretti ne ‘Il caimano’. Seguono, negli anni, numerose pellicole: tra i film più importanti ricordiamo ‘Un giorno devi andare’, ‘Miele’, ‘Nessuno si salva da solo’ di Sergio Castellitto, ‘La dea fortuna’ di Ferzan Ozpetek e ‘La scuola cattolica’, tratto dal romanzo omonimo vincitore del Premio Strega. Più recentemente, il ritorno con Nanni Moretti ne ‘Il sol dell’avvenire’ e anche con Ferzan Ozkptek nella pellicola ‘Nuovo Olimpo’, uscita direttamente in streaming e in esclusiva su Netflix.

Grazie ai suoi ruoli interpretati per il grande schermo, ha collezionato numerosi premi: ha vinto 2 David di Donatello, 4 Nastri d'argento, 2 Globi d'oro, 2 Ciak d'oro, il Premio Marcello Mastroianni alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, il Premio Flaiano e il premio Un Certain Regard come miglior attrice.

Nella fiction, invece, prima di tornare come protagonista ne ‘La storia’ aveva partecipato alla miniserie ‘Cefalonia’ nel lontano 2005.

Poi ecco il ritorno sul piccolo schermo, a inizio 2024, ne ‘La storia’ dove interpreta il ruolo di Ida Ramundo, una maestra elementare ebrea che sta crescendo da sola il figlio Nino, che ha 16 anni. Anni prima, nel 1940, mentre Ida sta tornando a casa, viene seguita da un soldato tedesco ubriaco che, con il pretesto di aiutarla a portare i sacchetti della spesa, entra in casa sua e la violenta. Ida scopre di essere rimasta incinta e in totale segretezza darà alla luce un bambino che si troverà a dover crescere tra le mille difficoltà, visto il periodo storico.

La fiction è tratta dal romanzo di Elsa Morante, uscito per la prima volta nel 1974.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro