La Storia, stasera l’ultima puntata su Ra1. La tragedia sta per spezzare Ida: anticipazioni e spoiler sul finale

Il quarto appuntamento della serie tv è stato anticipato a martedì 23 gennaio. Come finisce il libro di Elsa Morante e cosa succederà nell’ultimo episodio della fiction Jasmine Trinca

Sarà un finale giocato sul filo delle emozioni quello che andrà in onda questa sera con l’ultima puntata della fiction ‘La Storia’, un epilogo drammatico che mostrerà tutta la bravura interpretativa di Jasmine Trinca.

Dopo i due episodi di ieri sera e l’arrivo della Liberazione in una Roma dilaniata dalla guerra, il quarto e ultimo appuntamento con la mini serie di Francesca Archibugi è anticipata a martedì 23 gennaio, alle 21.30 su Rai1. Ecco le anticipazioni del gran finale di stagione. Sarà un epilogo a sorpresa: che fine faranno la maestra e i suoi due amati figli? Un tragico destino sta per abbattersi sulla famiglia di Ida Romuldo

La Storia, Jasmine Trinca protagonista dell'adattamento tv del romanzo di Elsa Morante
La Storia, Jasmine Trinca protagonista dell'adattamento tv del romanzo di Elsa Morante

Ultima puntata: anticipazioni

Nell’ultima puntata, Useppe sta male. Ha la stessa malattia che aveva Ida da bambina: l’epilessia. Il bimbo vive momenti di assenza alternati alle convulsioni, esattamente la stessa sofferenza a cui abbiamo assistito nei flashback della mamma ancora bambina della prima puntata.

Ida non si arrende e porta il figlio sempre più frequentemente dai medici. In più, Useppe ha un carattere ribelle e questo aumenta la tensione. Non riesce a sottostare alle regole dell’asilo e Ida, nonostante la sua ferrea disciplina nell’insegnamento, lo asseconda per paura che possa ammalarsi ancora di più.

La tragedia di Nino

Ma la tragedia si abbatte su di loro senza pietà: Nino – interpretato dall’esordiente Francesco Zenga – contrabbanda anche armi e, mentre scappa da un posto di blocco con un carico appena arrivato, ha un incidente con il camion e muore. Ida è distrutta, ma deve andare all’obitorio a riconoscere il corpo di quel suo figlio bellissimo. È spezzata dal dolore, eppure riesce a trascinarsi per amore di Useppe: non vuole dargli la terribile notizia che il suo adorato fratello non c’è più

La crisi di Useppe

Dopo la morte di Nino, Useppe scappa dalle giornate dolorose e silenziose che si alternano sempre uguali. Si spinge sino al fiume insieme a Bella, che si trasforma nella sua seconda mamma e lo protegge. Fa amicizia con Scimò, un dodicenne scappato dal riformatorio. Useppe ritrova anche Davide, conosciuto al capannone, ma il ragazzo è molto cambiato: è diventato eroinomane e disperato.

La guerra è finita, ma ha lasciato troppe macerie, non solo sulla città ma anche emotive. La malattia di Useppe, intanto, incalza e diventa sempre più ingombrante nella sua vita. Ida lo porta a fare esami, gli dà tutte le medicine che può comprare. Ma Useppe, nonostante la sua allegria e la sua dolcezza, attraverso la perdita di Nino e di tutte le persone care, ha sviluppato un dolore indelebile e sembra che non voglia più vivere.

Come finisce: Ida muore?

Nel romanzo di Elsa Morante, la tragedia incombe sulla famiglia spezzata di Ida Ramundo. Dopo la morte di Nino negli scontri con la polizia, una violenta crisi epilettica uccide il Useppe. Ida non regge al dolore per la perdita di un altro figlio e perde la ragione. Viene ricoverata in manicomio, dove muore nove anni più tardi. Anche Davide viene trovato morto nella baracca in cui vive, ucciso dalla droga

Non sappiamo se questo succederà anche nell’adattamento televisivo di Francesca Archibugi, anche se probabilmente il suo epilogo non si discosterà molto dal capolavoro della scrittrice romana, uscito nel 1974.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro