Giovedì 20 Giugno 2024

'Tre di troppo', la commedia con Fabio De Luigi e Virginia Raffaele

Esce al cinema l'1 gennaio ed è un film che racconta quanto è difficile essere genitori: la critica ne ha parlato bene

Gli attori di 'Tre di troppo'

Gli attori di 'Tre di troppo'

Cosa succede se improvvisamente ti ritrovi genitore di tre figli? È lo spunto narrativo di 'Tre di troppo', film commedia interpretato da Virginia Raffaele e Fabio De Luigi (che si cimenta anche nel ruolo di regista). L'uscita nelle sale cinematografiche italiane è fissata per domenica 1 gennaio ed è dunque arrivato il momento di capire cosa abbiamo di fronte.

'Tre di troppo', tutto sul film

La trama ruota attorno a Marco e Giulia, coppia felicemente senza figli che guarda ai genitori con un misto di pietà e disgusto, come fossero prigionieri dei loro bambini, destinati a essere abbruttiti ed esasperati dall'impegno di accudirli e crescerli. Per Marco e Giulia non esiste incubo peggiore. Poi una mattina, in modo assolutamente inspiegabile, si svegliano con tre bambini: hanno dieci, nove e sei anni, e li chiamano mamma e papà. Cos'è successo non si sa, ma lo scopo dei novelli genitori controvoglia è di risolvere il problema il prima possibile.

'Tre di troppo' è una commedia leggera sulle gioie e le difficoltà di essere genitori. Per Fabio De Luigi si tratta della terza prova da regista, dopo il film 'Tiramisù' e la miniserie TV 'Ridatemi mia moglie'. È anche la sua quinta volta come sceneggiatore: in precedenza aveva scritto 'Ogni volta che te ne vai', 'La peggiore settimana della mia vita', 'Il peggior Natale della mia vita' e 'Tiramisù'. In fase di stesura del copione, De Luigi è stato affiancato da Michele Abatantuono ('Arrivano i prof') e Laura Prando (all'esordio).

Nel cast troviamo Fabio De Luigi, Virginia Raffaele ('Come quando fuori piove'), Fabio Balsamo ('Addio fottuti musi verdi'), Marina Rocco ('Genitori quasi perfetti') e Barbara Chichiarelli ('Suburra - La serie').

Le recensioni, cosa ne pensa la critica

La critica italiana ha parlato bene di 'Tre di troppo', sottolineando che si tratta di un netto passo in avanti rispetto a 'Tiramisù', che aveva invece convinto poco. Non siamo di fronte a un capolavoro, e la scelta del tono leggero lascia fuori dalla porta elementi come la difficoltà economica dell'avere figli (situazione comune a moltissime persone). Però la sceneggiatura ha una propria originalità, la regia la segue con il gusto ritmo e l'intesa tra Fabio De Luigi e Virginia Raffaele funziona. 'Tre di troppo' è insomma un buon film.

Il trailer