Sabato 13 Luglio 2024

'Anche io', il film sull'inchiesta che lanciò il movimento MeToo

Carey Mulligan e Zoe Kazan interpretano le due giornaliste che inchiodarono Harvey Weinstein: dal 19 gennaio al cinema

Foto: Annapurna Pictures/Plan B Entertainment/Universal Pictures

Foto: Annapurna Pictures/Plan B Entertainment/Universal Pictures

Il movimento MeToo è stato uno dei fenomeni più rilevanti degli ultimi anni e il film 'Anche io' racconta l'inchiesta giornalistica che ne rappresentò il seme originale. Racconta la storia vera delle giornaliste del New York Times che, affrontando mille difficoltà, riuscirono a pubblicare un reportage serio, solido e documentato, e che portarono all'attenzione del pubblico l'atteggiamento predatorio del potentissimo produttore cinematografico Harvey Weinstein. La caduta di quest'ultimo, che sarà condannato dal tribunale per stupro e violenza sessuale, ha provocato un terremoto benefico all'interno dell'industria dello spettacolo. Per quanto molto resti ancora da fare, se oggi siamo arrivati dove siamo lo dobbiamo alle giornaliste investigative del New York Times. Il film che racconta il loro lavoro esce nelle sale cinematografiche italiane giovedì 19 gennaio.

'Anche io', tutto sul film

La trama parte nel 2017, quando la reporter Jodi Kantor ricevette una soffiata secondo cui l'attrice Rose McGowan era stata aggredita sessualmente da Harvey Weinstein. Inizialmente McGowan rifiutò di commentare la cosa, poi ci ripensò e raccontò di quando aveva 23 anni e Weinstein la stuprò. Presto fu chiaro che altre donne avevano subito sorti simili. Alcune di loro erano attrici di grande fama, per esempio Ashley Judd e Gwyneth Paltrow. Nessuna voleva però parlarne pubblicamente, per timore di ripercussioni negative sulla propria carriera. Altre donne erano state pagate per il loro silenzio e in cambio avevano firmato accordi di riservatezza. Insomma, sembrava che l'inchiesta di Jodi Kantor fosse destinata a morire. Con l'aiuto della collega Megan Twohey, Kantor tenne duro, provò nuove strade, indagò a destra e a manca, raccolse dati e testimonianze. Alla fine Ashley Judd e Laura Madden (ex assistente di Weinstein) accettarono di raccontare la loro storia per il New York Times. L'articolo di Kantor e Twohey fu pubblicato il 5 ottobre 2017. Poco dopo 82 donne si fecero avanti denunciando le violenze sessuali di Weinstein. Il reportage di Jodi Kantor e Megan Twohey ha poi originato il saggio 'She Said' (2019), nel quale le due giornaliste hanno dettagliato il loro lavoro di inchiesta e aggiunto particolari. Da questa fonte è nato il film 'Anche io' (titolo originale 'She Said'): la sceneggiatura è di Rebecca Lenkiewicz ('Isa', 'Disobedience'), mentre la regia è di Maria Schrader ('Unorthodox', 'I'm Your Man'). A proposito del cast: Jodi Kantor è interpretata da Zoe Kazan ('Ruby Sparks', 'The Big Sick'), mentre Megan Twohey ha il volto di Carey Mulligan ('Non lasciarmi', 'Shame'). Accanto a loro ci sono Patricia Clarkson, Andre Braugher, Jennifer Ehle, Samantha Morton e Ashley Judd.

Le recensioni, cosa ne pensa la critica

'Anche io' è un ottimo esempio di racconto del giornalismo investigativo, un film paragonabile a 'Tutti gli uomini del presidente', 'Il caso Spotlight' e 'The Post'. Adotta uno stile asciutto, rigoroso, che non spettacolarizza il lavoro delle giornaliste e che mette al centro della scena la tenacia e la serietà necessarie per dare alla carta stampata il ruolo fondamentale che le spetta. Da qui le recensioni della critica, più che positive: la media voto su Metacritic è infatti di 74/100.

Il trailer