Lunedì 20 Maggio 2024

Columbia University, blitz della polizia: arrestati 300 manifestanti pro Gaza. Scontri nel campus di Los Angeles

L’irruzione dopo una richiesta da parte della stessa università. La presidente dell’ateneo: “Resti presidiata fino al 17 maggio, dopo le lauree”

New York, 1 maggio 2024 – Trecento manifestanti pro Gaza sono stati arrestati nel Campus della Columbia University a New York. La polizia ha fatto irruzione da una finestra al secondo piano di un edificio intorno alle 21.30 (ora locale) dopo che dall'ateneo ha inviato una lettera con la richiesta di intervento, il segnale che gli agenti attendevano dopo aver circondato il campus. L'obiettivo era sgomberare la Hamilton Hall occupata dagli studenti filo-palestinesi che hanno bloccato l'accesso dalle prime ore del mattino di ieri. 

Approfondisci:

Perché gli studenti americani protestano nelle università

Perché gli studenti americani protestano nelle università

Il blitz della polizia nella Columbia University di New York (Ansa)
Il blitz della polizia nella Columbia University di New York (Ansa)

“Circa 300 manifestanti sono stati arrestati ieri sera a seguito delle proteste alla Columbia University”. Lo ha detto in una conferenza stampa il sindaco di  New York, Eric Adams. Adams ha parlato di "pervasivo antisemitismo e atteggiamenti anti-israeliani".

"Ci rammarichiamo che i manifestanti abbiano scelto di aggravare la situazione attraverso le loro azioni. Dopo che l’università ha appreso durante la notte che Hamilton Hall era stata occupata, vandalizzata e bloccata, non ci è rimasta altra scelta", ha riferito il portavoce in una dichiarazione resa nota dalla Cnn. "Il personale di pubblica sicurezza della Columbia – ha proseguito – è stato costretto a lasciare l'edificio e un membro del nostro team addetto alle strutture è stato minacciato. Non metteremo a rischio la sicurezza della nostra comunità per un'ulteriore escalation".

Finora la prestigiosa università di Manhattan è stata l'epicentro di un movimento nazionale negli Stati Uniti a sostegno della causa palestinese e contro la guerra di Israele nella Striscia di Gaza. Sul loro account Instagram, i manifestanti del gruppo filo-palestinese ‘Columbia University Apartheid Divest’ hanno denunciato l'irruzione del campus da parte della polizia per allontanarli dalla ‘Hamilton Hall’ che hanno ribattezzato ‘Hind's Hall’ in omaggio a una bambina di sei anni uccisa a Gaza.

La richiesta di intervento da parte dell'ateneo è la seconda dal 18 aprile, quando la presidente Minouche Shafik aveva chiesto lo sgombero di una tendopoli nel campus. La stessa ha chiesto adesso alla polizia di presidiare il campus fino al 17 maggio, due giorni dopo la cerimonia delle lauree. Il 15 maggio dovrebbero laurearsi circa 15mila studenti dell'ateneo.

Approfondisci:

Netanyahu: “L’operazione a Rafah si farà”. Blinken: Israele non attacchi, Hamas accetti l’intesa

Netanyahu: “L’operazione a Rafah si farà”. Blinken: Israele non attacchi, Hamas accetti l’intesa

Scontri in un campus a Los Angeles

Intanto scontri si sono registrati durante una protesta nel campus dell'Università della California, a Los Angeles. I tafferugli sono scoppiati quando un gruppo di attivisti pro-Israele si è presentato al campus con l'intenzione di rimuovere il raduno filo palestinese, secondo quanto riferisce il network KTLA. “La polizia ha risposto immediatamente alla richiesta di aiuto nel campus da parte delle autorità universitarie”, ha scritto su X un portavoce del sindaco di Los Angeles, Zach Seidl. Secondo le immagini mostrate dalla Cnn, i manifestanti si sono scontrati con bastoni, mentre altri sono stati visti lanciare fuochi d'artificio o scagliare oggetti l'uno contro l'altro nel buio, illuminati da puntatori laser e torce elettriche. Alcuni dimostranti filo-israeliani hanno anche abbattuto le barricate di metallo che circondano il prato dove sono accampati gli studenti filo-palestinesi.

Le proteste nelle università Usa

Le proteste degli studenti hanno riguardato anche altre università ognuna delle quali ha adottato strategie diverse verso gli studenti accampati a sostegno della causa palestinese. Alcuni istituti come Yale e Brown, ricorda la Cnn, hanno sgomberato gli accampamenti nel campus, mentre altre si sono ritrovate nel caos. Le lezioni sono state cancellate all'UNC Chapel Hill, dove dozzine di studenti sono stati arrestati, e almeno cinque manifestanti sono stati arrestati alla Florida State University.

Approfondisci:

Parigi, la polizia sgombera di nuovo Sciences Po: i pro-Palestina portati via uno a uno. Rabbia e tensioni

Parigi, la polizia sgombera di nuovo Sciences Po: i pro-Palestina portati via uno a uno. Rabbia e tensioni

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui