22 apr 2022

Ucraina, Cremlino: "Sul Moskva un morto e 27 dispersi". Le condizioni su Mariupol

I russi: "Tregua solo dopo la resa nell'acciaieria". Zelensky: "Mosca ha rifiutato la tregua per la Pasqua ortodossa". Spuntano le foto di un'immensa fossa comune a Manhush: 9.000 corpi. Il portale 'Defence Express': "Arrestato il comandante della Flotta del Mar Nero dopo affondamento della Moskva"

Roma, 22 aprile 2022 - La guerra in Ucraina non si ferma neanche per la Pasqua ortodossa. "Sfortunatamente, la Russia ha respinto la proposta di stabilire una tregua" per la festività che si celebra questa domenica, ha annunciato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky che entro la metà di maggio potrebbe ricevere a Kiev la visita ufficiale del premier Mario Draghi. Il numero uno di Kiev ha poi respinto i trionfali annunci di Mosca di conquista di Mariupol: "La città continua a resistere alla Russia, a dispetto di quello che dicono le forze di occupazione". Nell'acciaieria Azovstal continuano a essere rifugiati centinaia di persone. Secondo il sindaco di Mariupol, Vadym Boychenko, sarebbe necessario "un giorno interno di cessate il fuoco" per evecuare tutti i civili che non si possono muovere dall'ultima zona ancora sotto il controllo ucraino.

Approfondisci:

Pasqua ortodossa 2022, perché ha una data diversa da quella cattolica. Riti e tradizioni

E sull'incrociatore lanciamissili Moskva, in serata il ministero della Difesa russo ha dato un nuovo bilancio delle vittime, “nell’effettuare controlli sui danni” subiti dalla nave ammiraglia russa sono morti un marinaio e altri 27 sono andati dispersi. Secondo il bilancio dei russi, 396 marinai si sarebbero salvati. 

Approfondisci:

Moskva e Kursk, i fantasmi di Putin. Il sottomarino nucleare e quel messaggio d'addio

Dal campo di battaglia: il vicesindaco di Mariupol, Sergij Orlav ha confermato che i russi "occupano temporaneamente l'80% della città. La nostra guardia nazionale continua a resistere", mentre cresce l'orrore per quella che potrebbe essere un'immensa fossa comune con forse 9.000 cadaveri di cittadini ucraini, immortalata dal satellite a Manhush, una cittadina a 20 chilometri a ovest della città portuale, scrive il Kyiv Independent.

Da Mosca la posizione sulla possibile tregua a Mariupol è chiara: potrà iniziare solo quando "le forze ucraine alzeranno le bandiere bianche lungo l'intero perimetro o alcune rotte che portano fuori da Azovstal", ha affermato il generale russo Mikhail Mizintsev. "Non appena si vedranno, l'esercito russo e le forze della Repubblica popolare di Donetsk interromperanno i combattimenti e garantiranno un'uscita sicura verso i luoghi di incontro dei convogli umanitari".

L'Onu intanto cerca un canale per parlare di pace con Mosca. Martedì prossimo Vladimir Putin riceverà il segretario generale dell'Onu, Antonio Guteress. Lo ha annunciato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass. Anche le Nazioni unite hanno confermato che Guterres sarà a Mosca, dove incontrerà il ministro della Difesa Lavrov e poi Putin con l'obiettivo di "parlare di cosa si può fare per portare urgentemente la pace in Ucraina"

Mariupol, l'acciaieria Azovstal e la strategia di Putin: perché Mosca (per ora) non vuole l'assalto

Un militare ceceno dell'Akhmat Kadyrov (Ansa)
Un militare ceceno dell'Akhmat Kadyrov (Ansa)

"Putin ha chiesto a Kadyrov di uccidere Zelensky"

Il procuratore generale dell'Ucraina, Iryna Venediktova, ha confermato che esperti in crimini di guerra europei stanno aiutando il Paese nelle indagini su più di 7.600 crimini di guerra commessi dalla Russia. Washington stessa ha fatto sapere di star collaborando con la procuratrice generale ucraina. Human Right Watch ha affermato di aver raccolto le prove di esecuzioni sommarie, torture, deportazioni forzate a Bucha: "crimini di guerra e potenziali crimini contro l'umanità".

Dal satellite l'orrore di Manhush: "Fossa comune con 9.000 corpi"

Biden: "Nessuna prova che la città sia caduta"

A Bucha un massacro. Ma lo zar decora i soldati della strage

Ucraina, dagli Usa arrivano i droni Phoenix Ghost

Sommario

Zelensky: Mosca dice no alla tregua pasquale

Mosca ha respinto la richiesta ucraina di una tregua in occasione della Pasqua ortodossa, che si celebra questa domenica. In un video messaggio Zelensky ha accusato la Russia. "Questo dimostra molto bene come i vertici di questo Paese trattino effettivamente la fede cristiana, come si rapportino a una delle festività più importanti. Noi continuiamo a nutrire speranza. Speranza per la pace, speranza che la vita vinca la morte". Sempre su Telegram Zelensky ha smentito la capitolazione di Mariupol: "Una città che continua a resistere alla Russia, a dispetto di quello che dicono le forze di occupazione".

Mariupol resiste ancora

Mariupol resiste alla definitiva conquista russa. Nonostante i messaggi di vittoria del capo della Cecenia, Ramzan Kadyrov: "Mariupol è nostra". Il vicecomandante del reggimento Azov, Svyatoslav Palamar, alla Bbc ha confermato: "Ho sempre detto che finché siamo qua Mariupol rimane sotto il controllo dell'Ucraina".  Nei sotterranei, tra gli ultimi difensori di Mariupol, ci sono 500 feriti gravi, alcuni dei quali hanno bisogno di interventi urgenti, come amputazioni degli arti. Palamar ha aggiunto che ci sono anche civili anziani che hanno bisogno di farmaci. "Tutti gli edifici nell'area della Azovstal sono praticamente distrutti. Hanno gettato bombe pesanti, bombe anti-bunker che provocano un'enorme distruzione. Abbiamo persone ferite e morte all'interno dei bunker. Alcuni civili sono intrappolati sotto gli edifici crollati".

Oggi niente corridoi umanitari

"A causa del pericolo sui percorsi", oggi non "non ci saranno corridoi umanitari". Lo ha annunciato la vice prima ministra ucraina Iryna Vereshchuk su Telegram. La Vereshchuk ha anche rivolto un appello a "tutti coloro che stanno aspettando l'evacuazione: abbiate pazienza, per favore aspettate!". "I russi rifiutano di aprire un corridoio per i civili, facendo finta cinicamente di non capire la differenza tra un corridoio per i soldati che si arrendono e un corridoio umanitario per evacuare i civili", ha accusato la vice premier parlando della situazione nell'acciaieria Azovstal di Mariupol.

Cremlino, sito pubblica per errore i soldati morti

Mosca sa alla perfezione quanti soldati ha perso fino ad oggi nell'operazione speciale, ma difficilmente lo renderà pubblico, salvo un errore. Ed è infatti il caso del sito d'informazione vicino al Cremlino, Readovka, che ha pubblicato un rapporto del ministero della Difesa di Mosca in cui risultano 13.414 soldati russi uccisi in Ucraina, e altri 7.000 dispersi. La notizia è stata poi cancellata, ha reso noto il sito di opposizione bielorusso Nexta.tv, che trasmette dall'estero. Ed è proprio questo il motivo, sceondo la intelligence britannica, per cui Putin ha fermato l'assalto finale al Battaglione Azov: "La decisione di Putin di bloccare l'acciaieria Azovstal indica probabilmente il desiderio di contenere la resistenza ucraina a Mariupol e liberare le forze russe da schierare altrove nell'Ucraina orientale", infatti spiegano gli 007 di Londra "Un assalto di terra completo da parte della Russia all'impianto comporterebbe probabilmente perdite russe significative".

Mosca ammette: seconda fase il Donbass

Mosca vuole il totale controllo del Donbass, lo ha dichiarato il comandante ad interim del distretto militare centrale russo, Rustam Minnekayev, ripreso dall'agenzia Interfax. Mosca esce allo scoperto e ammette che "dall'inizio della seconda fase" dell'invasione dell'Ucraina, "cominciata due giorni fa", le truppe russe puntano a "prendere il pieno controllo del Donbass e dell'Ucraina meridionale per ottenere l'apertura di un corridoio terrestre verso la Crimea".

"Arrestato il comandante della flotta russa"

Secondo il media polacco Onet, che cita il portale 'Defence Express', l'ammiraglio Igor Osipov, comandante della flotta russa nel Mar Nero, è stato rimosso dall'incarico e arrestato dopo l'affondamento del Moskva. Secondo gli esperti di 'Defence Express' è in atto una caccia ai responsabili della disfatta dell'incrociatore. E' stata aperta un'inchiesta e si stanno conducendo sopralluoghi nel punto dell'affondamento della nave. 

I misteri del Moskva: "Oltre 450 marinai morti e armi nucleari in fondo al mare"

Moskva e Kursk, i fantasmi di Putin. Il sottomarino nucleare e quel messaggio d'addio

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?