Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
18 giu 2022
18 giu 2022

Ucraina, Zelensky a Mykolaiv e Odessa. "Online sito crimini di guerra russi"

I combattimenti continuano. "Esplosione a Severodonetsk, nube a forma di fungo". Il capo delegazione di Kiev: possibile ripresa dei colloqui di pace a fine agosto

18 giu 2022

Roma, 18 giugno 2022 - La guerra in Ucraina è arrivata al giorno numero 115. E il presidente Volodymyr Zelensky ha fatto la sua prima visita a Mykolaiv, nel sud del Paese. Un video, diffuso dal suo ufficioi, lo mostra mentre ispeziona un edificio residenziale gravemente danneggiato e tiene incontri con i funzionari locali, ma non è chiaro se la visita sia avvenuta oggi o meno. La città portuale di quasi mezzo milione di abitanti prima della guerra è ancora sotto il controllo ucraino, ma è vicina alla regione di Kherson, occupata dai russi. Rimane un obiettivo di Mosca perché si trova sulla rotta per Odessa, il porto più grande dell'Ucraina. E proprio la regione di Odessa è stata la seconda tappa del viaggio del presidente ucraino. Il suo ufficio ha diffuso le foto della visita al reparto traumatologico, in cui Zlensky parla con i soldati feriti sottoposti a cura. "Finché sarete vivi, c'è un forte muro ucraino che protegge il nostro Paese", ha detto Zelensky

Zelensky in visita nella città di Mykolaiv, nel sud dell'Ucraina (Ansa)
Zelensky in visita nella città di Mykolaiv, nel sud dell'Ucraina (Ansa)

Olena Zelenska: la mia vita da bersaglio numero 2 dei russi e i giorni nascosta da tutti

I combattimenti

Intanto proseguono i combattimenti: i più furiosi sono però in corso nel Donbass. L'agenzia russa Tass riferisce di una potente esplosione è avvenuta a Severodonetsk nel Lugansk, mostrando un video dove si vede una nube a forma di fungo di colore rosa che sale nel cielo. L'ambasciatore del Lugansk in Russia, Rodion Miroshnik, ha scritto su Telegram che il video è stato girato nei pressi di Popasnaya, situata 30 chilometri a sud di Severodonetsk, e che il "colore del fumo sembra quello che sale dopo l'esplosione di un serbatoio di acido nitrico, ma questo non è stato ancora verificato".

Secondo le autorità locali, anche Lysychansk, controllata dagli ucraini sull'altra sponda del fiume rispetto a Severodonetsk, è stata "pesantemente bombardata". I residenti si stanno preparando all'evacuazione. E diversi quartieri della città di Donets, capoluogo dell'omonima regione orientale, sono stati bombardati dalle forze di Kiev la scorsa notte e c'è stato un numero imprecisato di civili uccisi o feriti, secondo quanto denunciato dal sindaco separatista filo-russo, Alexei Kulemzin, citato dalla Bbc. Secondo il primo cittadino, sono stati colpiti e danneggiati un edificio della Donetsk National University, una scuola, negozi, alloggi e edifici amministrativi. Sono due invece le vittime dei missili russi lanciati su Kryvyi Rih, da quanto riferito dalle autorità locali sui social indicando che ci sono stati diversi danneggiamenti e distruzioni nel distretto di Inguelets. 

La piattaforma ucraina per denunciare i crimini di guerra e i suoi autori (Ansa)
La piattaforma ucraina per denunciare i crimini di guerra e i suoi autori (Ansa)

"Online sito sui crimini di guerra russi"

Il capo dello staff del presidente Zelensky, Andriy Yermak, ha reso noto su Telegram che il governo di Kiev ha reso operativa sul web una piattaforma per denunciare i crimini di guerra russi e i loro autori. "Questo sito contiene informazioni dettagliate e verificate sui criminali di guerra russi. L'Ucraina farà di tutto per trovare e punire tutti", ha scritto Yermak. In cima all'elenco di quello che ha chiamato il 'Libro dei carnefici del popolo ucraino' compare il generale russo Alexander Dvornikov per le azioni "contro la popolazione civile a Mariupol". Nel sito è possibile anche denunciare nuovi crimini di guerra. 

I soldati Usa sulla Tv russa

E la tv russa ha pubblicato i video dei due volontari statunitensi scomparsi la scorsa settimana mentre combattevano a fianco delle forze ucraine a Nord di Kharkiv. Le immagini mostrano che Alexander Drueke e Andy Huynh, i due veterani dell'esercito americano, sono ancora vivi. Entrambi i filmati sono stati diffusi su Telegram: Drueke, vestito da militare, parla rivolto alla madre ("Voglio solo farti sapere che sono vivo e spero di tornare a casa il prima possibile"); Huynh afferma di essere stato "impegnato in un combattimento con le truppe russe" vicino all'area di Kharkiv. Dopo essersi ritirati e nascosti per ore, i due si sono consegnati alle truppe russe, spiega sempre Huynh nella clip. La Direzione intelligence del ministero della Difesa di Kiev ha invece riferito di uno scambio di civili ucraini e prigionieri di guerra russi (5 a 5).

Colloqui di pace

Infine potrebbero riprendere a fine agosto, dopo che l'Ucraina si sarà assicurata una serie di vittorie sul campo di battaglia, i negoziati di pace con la Russia. A dirlo a Voice of America è stato il capo negoziatore ucraino, David Arakhamia, senza fornire maggiori dettagli. L'ultimo incontro tra le due parti è avvenuto lo scorso marzo a Istanbul, in Turchia.

Viktoria Apanasenko, la volontaria ucraina va a Miss Universo

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?