Tokyo, 27 aprile 2018  - Dalla fantascienza alla realtà. Arriva dal Giappone, e non poteva essere altrimenti, il 'transformer' reale. Un gigantesco robot che in un minuto diventa un'auto sportiva a due posti. L'idea di Kenji Ishida, amministratore delegato della Brave Robotics, che già negli anni aveva sviluppato modellini in grado di trasformarsi, è stata realizzata in collaborazione con le aziende giapponesi Astratec e Sansei. Il risultato è J-deite RIDE un 'transformer' degno di film e cartoni animati. 

E' alto quasi quattro metri e su due piedi è capace di camminare ad una velocità di 100 metri all'ora. Poi, come nei successi al botteghino, può trasformarsi in un'auto sportiva a due posti.

Mille fili e comandi esterni manovrati da altrettanti tecnici? No, il meccanismo può essere attivato direttamente dal guidatore che si trova seduto al posto di comando, oppure a distanza tramite un sistema wireless. 

Il creatore Ishida ammette che questo robot potrebbe sembrare soltanto un giocattolone costoso, ma il suo scopo è di ispirare nuovi robot stimolando la fantasia degli ingegneri. Il prototipo J-deite RIDE non è ancora stato messo alla prova al di fuori dell'azienda, ma presto la sua tecnologia potrebbe essere sviluppata e commercializzata. Sembrerebbero interessati i parchi divertimenti, e altri show popolari. Ora il nuovo traguardo, per il 2020, sarà realizzare un altro robot transformer, ancora più grande, almeno lungo cinque metri.