Torre Eiffel chiusa per sciopero nel centenario della morte del geniale ingegnere francese che la creò

Una beffa che molti parigini, ma soprattutto i turisti, non hanno gradito. Il comune ha garantito che lo spettacolo di luci e suoni nel piazzale adiacente per ricordare per Gustave Eiffel ci sarà

Torre Eiffel chiusa per sciopero il giorno dell'anniversario della morte di Gustave Eiffel 100 anni fa

Torre Eiffel chiusa per sciopero il giorno dell'anniversario della morte di Gustave Eiffel 100 anni fa

Parigi, 27 dicembre 2023 - Nonostante i 100 anni dell'anniversario della morte di Gustave Eiffel, la Torre Eiffel di Parigi rimane chiusa per sciopero. L'ingegnere e imprenditore creatore del simbolo della Francia nel mondo morì a Parigi il 27 dicembre 1923, e sebbene gli addetti alla sua opera più famosa abbiano incrociato le braccia, è previsto questa sera uno spettacolo di luci e suoni per celebrare il centenario della sua scomparsa.

La Torre Eiffel fu costruita per l'Esposizione Mondiale di Parigi del 1889, diventando per l'epoca l'edificio più alto del mondo. La società Sete, che gestisce il monumento, ha spiegato che lo sciopero è stato indetto da "una categoria del personale". Sempre la Sete ha precisato, in vista dello spettacolo serale, che "l'accesso al piazzale rimane aperto e gratuito". Sul sito viene consigliato comunque di prenotare online. Il sindacato Cgt ha spiegato invece che lo sciopero è stato deciso proprio oggi "per denunciare la gestione attuale che conduce direttamente la Sete contro un muro".

Ma Gustave Eiffel, deceduto a Parigi all'età di 91 anni, non è stato solo stato il creatore della celebre Torre Eiffel, ma soprattutto un geniale ingegnere, ideatore di un vasto patrimonio architettonico costituito da centinaia di opere in 30 Paesi, non solo in Francia, dove costruì oltre 500 edifici e infrastrutture tra cui torri, ponti, fari, stazioni.