Il primo fiore nello spazio
Il primo fiore nello spazio

Roma, 17 gennaio 2016 - C'è sempre una prima volta. E così è stato per il primo fiore nello spazio, cresciuto a bordo della stazione spaziale internazionale Iss. L'esperimento, annunciato da Trent Smith, program manager della Nasa, è iniziato un anno fa. A Scott Kelly, astronauta 'di bordo' della Iss, è stato affidato il compito di far crescere la zinnia, un fiore tipico del Sud Est degli Stati Uniti. Una missione che ricorda molto le imprese di Mark Watney, il protagonista del film The Martian interpretato da Matt Damon. Con meno pressione, chiaramente. Se Watney provava con le patate su Marte, per sopravvivere, Kelly si è lanciato sulla zinnia, per puro scopo di ricerca scientifica. Terra, acqua e luci a LED rosse, blu e verdi al posto del sole. L'esperimento è riuscito e Kelly ha postato, orgoglioso, la foto del fiore su Twitter. Non è la prima volta che la vita nasce nello spazio. Nel 2015, sempre sulla Stazione Spaziale Internazionale, gli astronauti riuscirono a coltivare un casco di insalata. Oltre a indagare la differente reazione del fiore alla crescita nello spazio, rispetto che sulla terra, i ricercatori volevano testare che effetto potesse avere sul morale della spedizione.