Lunedì 17 Giugno 2024

Pistorius: morto il padre di Reeva, Barry Steenkamp. Non aveva mai perdonato il campione per aver ucciso la figlia

L’uomo, 80 anni, era in precarie condizioni di salute. L’annuncio dato dalla Fondazione intitolata alla modella ammazzata nel 2013 a colpi di pistola dal campione paralimpico

Barry Steenkamp e la figlia Reeva, uccisa da Oscar Pistorius nel giorno di San Valentino del 2013

Barry Steenkamp e la figlia Reeva, uccisa da Oscar Pistorius nel giorno di San Valentino del 2013

Roma, 15 settembre 2023 – Morto Barry Steenkamp, il padre di Reeva, la modella sudafricana assassinata dal fidanzato Oscar Pistorius nel 2013. Aveva 80 anni e secondo le informazioni che arrivano dalla fondazione che era stata creata per ricordare la figlia, se ne è andato nel sonno. Non aveva mai perdonato l’assassino di Reeva. Le sue condizioni di salute non erano buone. “E’ con il cuore pesante che annunciamo la scomparsa improvvisa di Barry”, è stato l’annuncio sui social. 

La condanna di Pistorius

Pistorius, condannato a 13 anni e 6 mesi per l’omicidio della fidanzata,  a marzo si era visto negare la libertà vigilat. “Il detenuto non ha completato il periodo minimo di detenzione stabilita dalla Corte suprema di appello”, diceva la motivazione. Il campione paralimpico – che aveva perso le gambe da bambino per una malattia e nel 2013 era un’icona dello sport – ha sempre sostenuto di aver scambiato la fidanzata per un ladro.

L’omicidio di Reeva

Reeva, splendida modella, aveva 29 anni quando è stata uccisa nel giorno di San Valentino del 2013. “Oscar deve pagare”, aveva detto in aula il papà di Reeva in una toccante testimonianza in aula nel 2016.