Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 mag 2017

Manchester, attentato al concerto di Ariana Grande. Morti e feriti

Almeno 19 morti, 50 i feriti. La polizia: "E' terrorismo"

Segui gli aggiornamenti in tempo reale

22 mag 2017
featured image
Manchester, panico durante il concerto di Ariana Grande
featured image
Manchester, panico durante il concerto di Ariana Grande

Manchester, 23 maggio 2017 - Notte di terrore a Manchester, nell'arena in cui andava in scena il concerto di Ariana Grande. Una forte esplosione nel foyer ha provocato almeno 19 morti e 50 feriti. La polizia locale, che inzialmente parlava di "serio incidente", ora chiarisce: "L'accaduto viene trattato come un incidente terroristico". E alcuni media parlano di attentato suicida: secondo la Cnn l'attentatore sarebbe stato identificato. Il tutto è successo intorno alle 22.30 ora locale. Alcuni testimoni, secondo quanto riportano i media britannici, hanno riferito di aver visto viti e bulloni schizzare ovunque. Altri hanno raccontato di aver visto almeno una ventina di corpi stesi a terra, oltre che scene di panico e terrore. Immagini di gente che scappava tra grida e lacrime si sono presto diffuse sui social. La struttura è stata immediatamente evacuata e la stazione più vicina della metropolitana è stata chiusa. La polizia ha chiesto alle persone di evitare l'area intorno al Manchester arena. "Ariana Grande sta bene", ha fatto sapere un portavoce della cantante, pop star americana di 24 anni. E dalla premier Theresa May è arrivato, nella notte il messaggio di cordoglio per le vittime di quello che ha definto "un orrendo attacco terroristico". La premier ha annunciato che sospenderà la campagna elettorale.

LE IPOTESI - Secondo dirigenti americani citati dalla Cnn, le indagini sull'esplosione alla Manchester Arena starebbero esaminando la possibilità di un kamikaze. Citando fonti investigative, la Cnn sostiene inoltre che il probabile attentatore suicida serbbe stato identificato. Anche la Bbc parla di "attentato suicida". L'indagine, stando alla Bbc, è stata affidata alla North West Counter Terrorism Unit. Ma rinforzi dell'antiterrorismo di Scotland Yard sono stati inviati da Londra già nella notte.

LA DINAMICA - La struttura, la più grande arena indoor d'Europa, con una capienza di oltre 21.000 posti, era affollata soprattutto di giovani e giovanissimi. In un primo momento si è parlato di due o più boati, poi è stata confermata una sola deflagrazione, individuata nella zona del foyer, non lontano dalle biglietterie, subito fuori dall'area degli spalti. Mentre la polizia accorreva in forze e così pure i mezzi di soccorso. Pochi minuti dopo le prime notizie, la Greater Manchester Police ha diffuso un primo messaggio, invitando la gente a stare lontano dalla zona. Intanto la stazione della metropolitana di Victoria, la più vicina all'arena, veniva chiusa, con l'interruzione del servizio di trasporto. Inizialmente la polizia aveva parlato di un grave incidente, poi la conferma in una nota: l'accaduto viene trattato come "un incidente terroristico". "Poco prima della 22.35 di lunedi' 22 maggio la polizia - si legge nella nota - è stata chiamata per un'esplosione alla Manchester Arena".

THERESA MAY: "ORRENDO ATTACCO TERRORISTICO" - "Stiamo lavorando per accertare i dettagli completi di quello che la polizia sta trattando come un orrendo attentato terroristico", ha detto la premier britannica, Theresa May, commentando nella notte la strage. "I nostri pensieri - ha detto in una nota - sono con le vittime e le famiglie di coloro che sono stati coinvolti". E anche il sindaco di Manchester, Andy Burnham, offre le sue condoglianze ai parenti delle vittime. "Il mio cuore è con le famiglie che hanno perso i loro cari - dice-. La mia ammirazione è per i nostri coraggiosi servizi di soccorso. Una notte terribile per la nostra grande città".

VIDEO DI PANICO - Da subito sui social network sono circolati diversi video girati dai fan di Ariana Grande all'interno dell'Arena: si vede gente che grida e scappa in preda al panico. Altri mostrano la folla impazzita che si riversa nella stazione della metropolitana vicina, in seguito chiusa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?