Katrin Jakobsdottir premier islandese (Ansa)
Katrin Jakobsdottir premier islandese (Ansa)

Reykyavic, 26 settembre 2021 - Il riconteggio ha spento il sogno dell'Islanda di diventare il primo Paese europeo con una maggioranza di deputate donne in Parlamento: al contrario di quanto annunciato sono solo il 47,6%.

La notizia dopo un riconteggio dei voti delle elezioni di ieri in una delle sei circoscrizioni dell'isola: tre donne hanno perso il seggio che pensavano di aver ottenuto. 

Quindi le donne elette non sono più 33 su 63 parlamentari bensì 30, pari al 47,6% e quindi sotto la soglia del 50%, ha annunciato il presidente della commissione elettorale Ingi Tryggvason.