Un puma, foto generica
Un puma, foto generica

Varsavia, 12 luglio 2020 - Da sei anni viveva con il suo puma addomesticato, ma ora che lo zoo di Poznan lo voleva prelevare per metterlo in gabbia, lui è fuggito nella foresta col suo caro 'gattino' e da tre giorni ha fatto perdere le proprie tracce.
Protagonista della grande fuga col puma è un veterano di guerra polacco, ex militare in Afghanistan. Per non consegnare il grande felino - tenere animali feroci è vietato in Polonia -  si è inoltrato in una foresta nel sud del Paese. 
Ovviamente è scattata una gigantesca caccia all'uomo, anche perché il puma può essere molto pericoloso.  "Non è un peluche - avverte il direttore del parco zoologico - E' uno degli animali più pericolosi al mondo e potrebbe essere una vera minaccia per la vita delle persone". 

Quando i funzionari dello zoo si sono recati nella casa del veterano per prendere in custodia il puma, ma l'uomo si è ribellato e, minacciandoli con un coltello, si è allontanato insieme alla bestia.
Secondo la stampa locale, il puma sarebbe stato acquistato sei anni fa in Repubblica ceca e da allora sarebbe stato allevato in casa. 

C'è anche chi si è schierato a favore della sorte dell'animale, come il sindaco della cittadina di Myslowice, Dariusz Wojtowicz, che su Facebook ha sostenuto che "l'amore per gli animali e una decisione senza cuore del tribunale lo ha costretto a fuggire. Magari qualcuno potrebbe avere uno sguardo più umano per questo caso".