Domenica 16 Giugno 2024

Israele: combattimenti dentro Gaza City. Usa contrari alla rioccupazione e Biden chiede tre giorni di pausa. Libano, caccia israeliani su Beirut

Israele in lutto a un mese dall’attacco. L’apertura di Netanyahu: "Solo brevi pause umanitarie di un'ora". E sul dopo: “Assumeremo la responsabilità della sicurezza di Gaza”. Autorità palestinese: fuori uso oltre il 60% degli ospedali nella Striscia. Media: “Nei prossimi giorni incontro tra Erdogan e Haniyeh”. Anp ha smentito attacco contro Abu Mazen

Roma, 7 novembre 2023 – Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ribadisce che non ci sarà nessuna tregua a Gaza fino al rilascio degli ostaggi israeliani da parte di Hamas. E afferma in un’intervista in tv che Israele avrà “la responsabilità generale della sicurezza” della Striscia “per un periodo indefinito” una volta terminata la guerra. La replica di Washington però è perentoria: “Gli Stati Uniti si oppongono alla rioccupazione di Gaza da parte di Israele. E non sostengono nessun trasferimento forzato di palestinesi fuori da Gaza”. 

Intanto prosegue l’arrivo di aiuti al valico di Rafah con l’Egitto e ieri sono entrati a Gaza quasi 100 camion, mentre nel bilancio delle vittime diffuso da Hamas il conteggio supera i 10mila i morti nella Striscia. Il segretario generale dell’Onu Guterres ha detto che Gaza sta diventando “un cimitero di bambini”, un’affermazione contro cui Israele ha replicato seccamente: “Vergognati”. E nel Consiglio di sicurezza Onu non si raggiunge nessun accordo per una risoluzione sul Medio Oriente.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

Le ultime news in diretta 

21:12
Razzo da Gaza colpisce casa a Tel Aviv

Tel Aviv, nell'ultima raffica di razzi proveniente da Gaza, secondo quanto riferisce Haaretz. Non sono state registrate vittime e la polizia è sul posto alla ricerca dei resti del razzo. La casa è stata colpita tra due piani, provocando danni. 

20:12
Biden ha chiesto a Netanyahu tre giorni di pausa per consentire rilascio ostaggi

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto premier Benyamin Netanyahu tre giorni di pausa nei combattimenti per consentire di fare progressi nel rilascio di alcuni degli ostaggi nelle mani di Hamas. La richiesta è stata avanzata nella telefonata di ieri. 
 

19:36
Washington: "Hamas aveva intenti genocidi contro israeliani"

Hamas aveva e ha "intenti genocidi" contro il popolo di Israele ha detto il portavoce del consiglio di sicurezza nazionale John Kirby rispondendo ad una domanda dei reporter che gli chiedeva perché gli Usa non usino la parola genocidio per le azioni di Israele contro i palestinesi.

19:33
Idf: a Gaza scoperte 4.000 armi e 100 tunnel 

Il portavoce dell'esercito israeliano ha dichiarato che l'Idf ha scoperto finora a Gaza 4.000 armi, compresi i razzi, nascosti nelle infrastrutture civili, di aver colpito più di 14.000 obiettivi e distrutto oltre 100 ingressi di tunnel. 

19:33
Croce Rossa: "Colpito a Gaza convoglio umanitario"

Un convoglio umanitario che trasportava forniture mediche salvavita è stato colpito da spari a Gaza City, lo rende noto la Croce rossa internazionale. Il convoglio era formato da di cinque camion e due veicoli che trasportavano rifornimenti alle strutture sanitarie: due camion sono stati danneggiati e un conducente è stato leggermente ferito. Sempre oggi Medici Senza Frontiere ha denunciato la morte di uno dei suoi operatori umanitari a Gaza. 

19:23
Biden contrario alla rioccupazione di Gaza da parte israeliana

Il portavoce del consiglio di sicurezza nazionale, John Kirby, ha confermato: "Il presidente Biden ritiene che la rioccupazione di Gaza da parte di Israele non sia la cosa giusta da fare". Kirby ha reso noto che ci sono discussione in corso con Israele sul futuro di Gaza dopo il conflitto.

19:15
Razzi contro Tel Aviv, Idf: "E' l'attacco più massiccio sul centro di Israele"

Allarme razzi lanciati da Gaza questa sera a Tel Aviv e nel centro di Israele. L'esercito ha reso noto che si è trattato dell'attacco più massiccio in tutto il centro di Israele fino alla cittadina di Raanana. 

18:48
Gallant: "Idf stringe assedio di Gaza"

 Il ministro della Difesa israeliano, Yoav Gallant, ha cinfermato che le Forze di Difesa Israeliane (Idf) stanno operando nel cuore di Gaza City e ''stringendo l'assedio'' intorno alla città.  Gallant ha descritto ai media la Striscia di Gaza come ''la più grande base terroristica che l'umanità abbia mai costruito'' e ha detto che le forze di terra dell'Idf hanno preso d'assalto le roccaforti del terrore a Gaza ''da tutte le direzioni, in perfetto coordinamento con le forze marittime".

18:45
Anp smentisce definitivamente l'attacco contro Abu Mazen

La notizia del presunto attacco del presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese, Mahmoud Abbas, era stata diffusa dai media turchim è stata definitivamente smentita dal portavoce delle Forze della sicurezza dell'Anp, il colonnello Talal Dweikat, che ha chiarito che il video che circola sul web si riferiva ad "un'operazione anti droga".  

18:33
Washington: "No a trasferimento forzato di palestinesi da Gaza"

"Non sosteniamo nessuna forzata riallocazione dei palestinesi fuori da Gaza", ha sottolineato il portavoce del Dipartimento di Stato.

18:27
Washington contraria alla rioccupazione di Gaza

Gli Stati Uniti si oppongono alla rioccupazione di Gaza da parte di Israele,lo ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato.

17:43
Fonte palestinese nega l'attentato contro Abu Mazen

Una fonte politica palestinese, citata dalla radio pubblica israeliana, ha negato l'attentato al presidente Abu Mazen. Secondo quanto riferito durante l'arresto di trafficanti di narcotici si è verificato uno scontro con i servizi di sicurezza palestinesi. In contemporanea passava nelle vicinanze il convoglio del presidente Abu Mazen e questo ha fatto sviluppare voci di un tentativo di assassinio di Abu Mazen. 

17:27
Hamas: "A Gaza 10.305 palestinesi uccisi dai bombardamenti"


Il Ministero della Salute palestinese, controllato da Hamas, nel suo ultimo aggiornamento sul bilancio delle vittime e dei feriti della Striscia di Gaza: ha affermato che 10.305 palestinesi sono stati uccisi, tra cui 4.237 bambini, 2.719 donne e 631 anziani, e più di 25.000 sono rimasti feriti, oltre a 2.350 persone, tra cui più di 1.300 bambini, ancora dispersi. In Cisgiordania le forze di occupazione israeliane hanno ucciso 163 palestinesi e ne hanno feriti circa 2.300 dal 7 ottobre.
 

16:47
Thailandia: "I nostri saranno i prossimi ostaggi ad essere liberati"

Il ministro degli Esteri di Bangkok avrebbe ricevuto la promessa che i prossimi ostaggi ad essere liberati da Hamas saranno i 24 tailandesi. Lo riporta Times of Israel. Il ministro Parnpree Bahiddha-Nukara ha dichiarato di aver saputo da funzionari incontrati in Qatar e in Egitto che gli ostaggi tailandesi detenuti a Gaza saranno i prossimi a essere liberati.

16:40
Media: "Attaccato il convoglio di Abu Mazen"

Il convoglio del presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) Mahmoud Abbas sarebbe stato attaccato da un gruppo di uomini armati. Secondo del quotidiano turco Yeni Safak una delle guardie di Abbas sarebbe stata uccisa. Inoltre non si sa se Abbas sia stato ferito o meno. L'aggressione rivendicata dal gruppo vicino ad Hamas "Figli di Abu Jandal".
 

16:28
Haaretz: "Caccia israeliani sorvolano Beirut"

Secondo l'agenzia di notizie libanese diversi caccia da guerra israeliani sarebbero attivi sui cieli di Beirut, ha scritto Haaretz.

16:23
Netanyahu: "Solo brevi pause umanitarie di un'ora"

Israele potrebbe accettare solo brevi pause umanitarie a Gaza di un'ora, e solo per permettere l'ingresso di aiuti o il rilascio di ostaggi. Così il premier israeliano Benjamin Netanyahu risponde alle sempre più insistenti richieste internazionali di pause umanitarie. 
 

16:15
Capo Idf fronte sud: "Stiamo combattendo nel cuore di Gaza"

"Per la prima volta da decenni stiamo combattendo nel cuore di Gaza City", ha affermato Yaron Filkelman, comandante del fronte sud di Israele. "Nel cuore del terrore. Questa è una guerra complessa e difficile e sfortunatamente ha i suoi costi", ha aggiunto.

15:11
Gantz assicura: "Non cancelleremo Gaza"

Il leader centrista Benny Gantz, incontrando abitanti israeliani residenti nella zona che circonda la Striscia ha assicurato che "Gaza non sarà cancellata, resterà là con Khan Yunes e Rafah anche il giorno dopo", cioè alla conclusione della guerra.

15:11
Leader di Hamas in Turchia

Alcuni leader di Hamas sono arrivati in Turchia in vista di un incontro con il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, scrive Yedioth Ahronoth, citando fonti palestinesi. Nell'incontro si parlerà della recente visita del leader politico Ismail Haniyeh in Iran, dove ha discusso delle implicazioni politiche e di sicurezza della guerra a Gaza.

15:11
Haaretz: "Nei prossimi giorni incontro Haniyeh - Erdogan"

Secondo quanto scrive Haaretz il leader di Hamas Ismail Haniyeh si appresta a incontrare nei prossimi giorni il presidente Erdogan in Turchia.

13:20
Casa Bianca: continua dialogo con Netanyahu per pause umanitarie 

Gli Stati Uniti stanno portando avanti il dialogo con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu al fine di convincerlo a mettere in atto ''pause umanitarie'' nel conflitto con Hamas utili alla consegna di aiuti per la popolazione della Striscia di Gaza e alla soluzione della crisi degli ostaggi. Lo ha dichiarato il portavoce della sicurezza nazionale della 
Casa Bianca John Kirby.

12:10
Zuppi: "Appello del Papa è chiaro, combattere ogni violenza"

"Combattere tutte le violenze è importantissimo, tanto più quando purtroppo ce ne sono tante, troppe, ingiustificate, che devono finire. L'appello del Papa sul cessate il fuoco è chiarissimo", l'appello "sul rilascio degli ostaggi è chiarissimo. E quindi ci vuole a maggior ragione molta fermezza di fronte a una violenza così forte", e avere "tanta fermezza per sconfiggerla". Così il cardinale Matteo 
Zuppi uscendo dalla sinagoga di Bologna dove ha incontrato il presidente della Comunità ebraica bolognese Daniele De Paz per una ferma posizione contro ogni forma di antisemitismo che si sta diffondendo in Italia e in Europa. 

11:47
Oms: Oltre 160 sanitari morti a Gaza 

Oltre 160 operatori sanitari sono morti in servizio a Gaza dall'inizio delle ostilità il 7 ottobre scorso: lo ha detto in un briefing un portavoce dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), come riporta il Guardian. 

11:37
Israele, bandiere bianche tra i palestinesi diretti al sud

L'esercito ha diffuso immagini che mostrano cittadini di Zeitoun a sud di Gaza City innalzare bandiere bianche mentre stanno evacuando verso il sud dell'enclave palestinese. La scena, secondo un video dell'esercito, si è svolta lungo il corridoio umanitario aperto anche oggi dall'esercito per favorire il deflusso della popolazione dal nord al sud della Striscia. "L'esercito - ha detto il portavoce militare - ha ancora una volta aperto il corridoio per evacuare i civili al sud". 

09:50
Israele: "Colpiti terroristi vicino all'ospedale Al-Quds"

 L'esercito ha attaccato "terroristi di Hamas che erano sistemati in un palazzo vicino all'ospedale Al-Quds di Gaza City". Lo ha detto il portavoce militare riferendosi alla denuncia di Hamas di un bombardamento della struttura da parte di Israele. Il portavoce ha spiegato che "l'attacco è stato compiuto dall'aria e ha comportato esplosioni in un vicino deposito di munizioni". Secondo la stessa fonte, l'esercito ha annunciato di aver conquistato anche una roccaforte di Hamas nel nord della Striscia. "All'interno - ha concluso - sono stati trovati lanciatori di missili, armi e materiale di intelligence".

09:39
Gallant: "Errore di Nasrallah segnerebbe destino del Libano"

 Il leader di Hamas "Yahia Sinwar ha commesso un errore a Gaza e ha segnato il destino di Hamas e il destino di Gaza. Se Nasrallah commetterà un errore, segnerà il destino del Libano", ha detto il ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant in un'audizione speciale alla Commissione per gli affari esteri e la sicurezza della Knesset parlando del leader di Hezbollah, scrive Haaretz. 

09:39
Israele, minuto di silenzio a un mese dall'attacco di Hamas 

Ad un mese esatto dall'attacco omicida di Hamas, alle 11 (ora locale) Israele ha osservato un minuto di silenzio in memoria di quanto accaduto il 7 ottobre scorso. In molti - sia nelle strade sia negli uffici pubblici - si sono levati in piedi rivolgendo un pensiero ai circa 240 ostaggi in mano di Hamas e alle 1.300 vittime dall'avvio della guerra. L'ambasciata italiana a Tel Aviv ha fatto sapere che il personale della sede si è raccolto in silenzio davanti la sede diplomatica. 

07:48
Cisgiordania, nuovi scontri a Jenin

Si sono verificati nella notte scontri armati tra i miliziani delle fazioni palestinesi e le forze di sicurezza israeliane (Idf) a Jenin, in Cisgiordania. Gli scontri sono scoppiati dopo che le Idf hanno preso d'assalto la città di Jenin e i suoi punti di accesso

07:00
Giornata di lutto in Israele in ricordo dell'attacco del 7 ottobre

Giornata di lutto oggi in Israele per ricordare il primo anniversario dell'attacco del 7 ottobre da parte di Hamas, in cui sono morte oltre 1.400 persone, la maggioranza civili, e circa 240 sono state prese in ostaggio.  Alle 11 (le 10 in Italia) verrà osservato un minuto di silenzio a livello nazionale e le autorità locali di tutto il Paese ammaineranno la bandiera a mezz'asta. Nel corso della giornata si terranno cerimonie commemorative anche nelle scuole e nelle università. Nel pomeriggio, ci saranno manifestazioni nelle piazze e in altre zone del centro per accendere candele in memoria dei soldati caduti e dei civili uccisi.

06:28
Attacchi aerei a Rafah: 20 morti

La Croce Rossa palestinese ha riferito che Israele ha attaccato con un raid aereo vicino all'ospedale Al-Quds e di Shifa nella città di Gaza. Lo riferisce Haaretz.  Fonti sanitarie hanno affermato che 20 persone sono state uccise negli attacchi aerei a Rafah, dove è stata evacuata la popolazione che aveva lasciato il nord di Gaza. 

03:45
Autorità palestinese: oltre il 60% degli ospedali a Gaza è fuori servizio

Secondo una dichiarazione della ministra della Sanità dell'Autorità nazionale palestinese Mai al-Kaila, oltre il 60% degli ospedali e dei centri medici di Gaza sono fuori servizio. Lo riportano i media locali. Al-Kaila ha affermato che 16 dei 35 nosocomi e 51 dei 72 centri medici non sono più operativi a causa della carenza di carburante e forniture mediche, nonché del bombardamento israeliano. 

01:52
Idf: eliminato un altro comandante di Hamas

L'esercito israeliano ha eliminato Wael Asefa, comandante del battaglione Deir al-Batah di Hamas e tra gli artefici dell'incursione islamista in territorio israeliano dello scorso 7 ottobre. Lo riferisce il profilo X delle Israel Defence Forces. 

23:44
Gli Usa pianificano il trasferimento bombe di precisione in Israele

L'amministrazione Biden sta pianificando un trasferimento di 320 milioni di dollari di bombe di precisione per Israele, mentre il presidente e gli alti dirigenti spingono l'alleato mediorientale a fare di più per proteggere i civili nella sua campagna militare a Gaza. Lo scrive il Wall Street Journal, precisando che si tratta di armi a guida di precisione lanciate da aerei da guerra.