Venerdì 14 Giugno 2024

Ucraina, Usa e Germania: ok per usare nostre armi in Russia. Blinken: Pechino aiuta Mosca nella produzione bellica

Washington avrebbe però vietato a Kiev di utilizzare i missili Atacms. Zelensky: “Russia prepara provocazioni ai confini del Baltico”. Il Cremlino avverte: “L’uso di armi nucleari in Ucraina non è un bluff”. Deputato Kiev: istruttori francesi già in viaggio verso l’Ucraina 

Roma, 31 maggio 2024 – Non si allenta la tensione fra Russia e Paesi Nato. Dopo che vari Stati hanno dato l’ok per colpire obiettivi in territorio russo con le armi fornite a Kiev, ultima oggi la Germania, arrivano nuove dichiarazioni di Stoltenberg, segretario generale dell’Alleanza Atlantica. Oggi è stato ufficializzato anche il via libera ufficiale degli Stati Uniti, dopo le indiscrezioni delle ultime ore. Tuttavia, secondo il Wall Street Journal, Washington avrebbe vietato l’utilizzo degli Atacms e dei missili a lungo raggio in questo negli attacchi in territorio russo. Intanto le forze aeree di Mosca e Minsk hanno dato vita a un’esercitazione aerea congiunta. Allarme di Zelensky: “Mosca prepara provocazioni ai confini del Baltico”. 

Approfondisci:

Caccia, veicoli blindati, munizioni di artiglieria: maxi piano della Svezia per l’Ucraina

Caccia, veicoli blindati, munizioni di artiglieria: maxi piano della Svezia per l’Ucraina
Approfondisci:

Cos’è il caccia Saab Jas 39 Gripen, il temibile ‘Grifone’ svedese versatile e di precisione

Cos’è il caccia Saab Jas 39 Gripen, il temibile ‘Grifone’ svedese versatile e di precisione
Vertice Nato sull’Ucraina. Il sì di Biden alle armi Usa da usare anche in Russia. Il Vaticano: no all’escalation
Vertice Nato sull’Ucraina. Il sì di Biden alle armi Usa da usare anche in Russia. Il Vaticano: no all’escalation
21:55
Attacco russo a Odessa

Le forze russe hanno attaccato l'infrastruttra portuale di Odessa, in Ucraina, ferendo due persone. Lo riferisce 'Ukrainska Pravda' che cita Oleh Kiper, il capo dell'amministrazione militare dell'Oblast di Odessa. "Durante la serata il nemico ha attaccato Odessa. L'obiettivo delle forze russe erano le infrastrutture portuali", spiega. "Due persone sono state ferite da schegge: una ragazza di 28 anni e un uomo di 37 anni", aggiunge.

21:44
Deputato Kiev: istruttori francesi in viaggio verso Ucraina

"Le mie fonti mi hanno informato che il primo gruppo di istruttori francesi è già in viaggio verso l'Ucraina". Ad affermarlo, su X, è il deputato ucraino Oleksiy Goncharenko.

21:23
Zelenksy: "Grazie Biden, uso armi vitale per Kiev"

 "Apprezzo la decisione del presidente Biden sull'uso da parte dell'Ucraina delle sue capacità di difesa. È un passo positivo che ci consentirà di proteggere meglio gli ucraini dal terrore russo e dai tentativi di espandere la guerra". Così il presidente Zelensky su X sul via libera all'uso di armi Usa in Russia. "Dobbiamo continuare a compiere esattamente questi passi, decisivi ed efficaci, per garantire il vantaggio strategico del mondo democratico in questo confronto, in cui non si determina solo il destino dell'Ucraina. Insieme riporteremo la pace e riusciremo a garantire la sicurezza. Sono grato per il supporto vitale".

17:42
Turchia: no al coinvolgimento Nato

La Turchia rifiuta di permettere alla Nato di "partecipare" alla guerra in Ucraina, ha affermato il ministro degli Esteri turco Hakan Fidan, al termine di un incontro informale dei capi della diplomazia dell'Alleanza a Praga. "Sosteniamo il proseguimento dell'invio di aiuti all'Ucraina e la capacità dell'Ucraina di garantire deterrenza (contro la Russia ndr), ma non vogliamo che la Nato partecipi a questa guerra", ha affermato il capo della diplomazia turca.

14:10
"Usa vietano a Kiev di usare gli Atacms in Russia"

Nel via libera degli Usa all'utilizzo di armi americane negli attacchi in territorio russo, ci sarebbe un paletto infilato da Washington. Secondo il Wall Street Journal, che cita un funzionario americano, gli Stati Uniti hanno vietato l'utilizzo di Atacms o missili a lungo raggio in questo tipo di attacchi. La decisione, spiegano le fonti, deriva dal tentativo del presidente di aiutare l'Ucraina a difendersi meglio, ma allo stesso tempo evitare un'escalation con Mosca.

13:42
Stoltenberg: servono fondi per Kiev, soldi freschi

Al vertice Nato di luglio a Washington, ci dovrebbero essere nuovi passi avanti nel processo di adesione dell'Ucraina all'Alleanza atlantica: lo ha detto il segretario generale Jens Stoltenberg al termine della riunione dei ministri degli Esteri dei 32 Paesi a Praga. "Spero che al vertice di Washington si possano fare ulteriori passi - ha auspicato nella conferenza stampa di fine riunione - Sono anche fermamente convinto che istituiremo una missione che fornirà un sostegno più forte all'Ucraina e che aiuterà l'Ucraina ad avvicinarsi all'adesione". Stoltenberg ha anche invitato a fornire risorse concrete a Kiev: "Sono fermamente convinto che l'Ucraina abbia bisogno di finanziamenti prevedibili per il futuro, in linea con quanto ho proposto: gli alleati hanno dato 40 miliardi all'anno e serve un impegno simile per il futuro, e questo per definizione significa dare soldi freschi".

13:07
Blinken: Pechino aiuta Mosca a produrre armi

Il presidente Usa Joe Biden ha approvato l'uso delle armi Usa in Russia su richiesta ucraina, ha ufficializzato il segretario di Stato Usa Antony Blinken, aggiungendo che la Nato sta lavorando per rafforzare la sua deterrenza e la difesa e che gli Usa assicureranno un ponte per l'adesione dell'Ucraina alla Nato. "Questo è un momento critico per l'alleanza - ha detto ancora Blinken -. Praticamente ogni alleato ha visto aumentare gli attacchi ibridi russi: lo vediamo, sappiamo cosa combinano, siamo pronti a rispondere individualmente e collettivamente". ​​​​​​Blinken ha affermato anche che la Cina aiuta Mosca a produrre armi, concetto rbadito anche dal segretario Nato Jens Stoltenberg, secono il quale senza l'aiuto di Pechino, Mosca non sarebbe in grado di condurre la guerra.

Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken (foto Ansa)
Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken (foto Ansa)
12:12
Stoltenberg: "Autodifesa non è escalation"

L'autodifesa non è un'escalation ed è bene che alcuni alleati occidentali dell'Ucraina abbiano revocato le restrizioni sulle armi fornite a Kiev. Lo ha detto il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, dopo l'incontro dei ministri degli Esteri dei paesi alleati a Praga. Il tutto mentre ferve il dibattito politico se l'esercito ucraino abbia o meno il diritto di colpire obiettivi all'interno della Russia con armi fornite dall'Occidente. "Sono sicuro che gli alleati della Nato continueranno a offrire supporto all'Ucraina" ha detto.

12:11
Paesi Bassi non contrari a uso di F-16 su territorio russo

I Paesi Bassi non impediranno all`Ucraina di utilizzare i caccia F-16 per l`autodifesa in Russia. Lo ha affermato il capo della diplomazia olandese, Hanke Bruins Slot, durante una riunione informale dei ministri degli Esteri della NATO a Praga il 31 maggio.

11:17
G7: "Corea del Nord smetta di fornire armi alla Russia"

I ministri degli Esteri del G7 più quelli di Australia, Nuova Zelanda e Corea del Sud "si oppongono fermamente ai continui trasferimenti di armi» dalla Corea del Nord alla 
Russia, che Mosca "ha utilizzato per colpire le infrastrutture critiche dell'Ucraina, prolungando la sofferenza del popolo ucraino". Lo si legge in una dichiarazione congiunta promossa dal ministero degli Esteri italiano in quanto presidente di turno. "Chiediamo alla Corea del Nord e alla Russia di cessare i trasferimenti illegali di armi ed esortiamo" Pyongyang "a compiere passi concreti verso l'abbandono di tutte le armi nucleari, missili balistici e programmi correlati in modo completo, verificabile e irreversibile". 

10:47
Zelensky firma accordo di sicurezza con la Svezia

L'aiuto militare svedese all'Ucraina, risultante dall'accordo di sicurezza firmato oggi tra i due Paesi, ammonterà a quasi 6,5 miliardi di euro per il periodo 2024-2026. Lo ha comunicato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, che oggi si trova a Stoccolma per la riunione dei capi di Stato dei Paesi del Nord europeo. L'accordo prevede la fornitura di due aerei radar ASC 890 e il trasferimento di caccia multiruolo JAS 39 Gripen in Ucraina, con addestramento, ha aggiunto Zelensky.

09:50
Mosca: "L'Ucraina userà armi per colpire i civili in Russia"

"Con la partecipazione di consulenti e specialisti della Nato", le armi occidentali verranno utilizzate dall'Ucraina per "causare danni alle infrastrutture civili e ai civili in Russia". Lo ha detto il ministro della Difesa di Mosca, Andrei Belousov. "L'Occidente sta urgentemente pompando armi nel paese, trasmettendo informazioni di intelligence, addestrando personale militare ucraino e reclutando mercenari", ha affermato Belousov, parlando a una riunione del Csto, un'alleanza militare di cui fanno parte la Russia insieme ad altre ex repubbliche sovietiche.

09:35
Zelensky: "La Russia prepara provocazioni ai confini del Baltico"

La Russia sta preparando "provocazion" ai confini del Baltico: lo dice il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, oggi a Stoccolma per il vertice con i Paesi nordici e la firma di accordi di sicurezza.

09:06
Ucraina: "Uso di armi per colpire obiettivi su territorio russo rafforzerà nostra difesa"

L'Ucraina ha dichiarato che il via libera americano all'uso di armi occidentali contro obiettivi in Russia, a determinate condizioni, "rafforzerà significativamente" la sua difesa contro gli assalti russi, in particolare nella regione di Kharkiv, dove l'esercito di Mosca ha lanciato un'offensiva all'inizio di maggio. "Questo rafforzerà in modo significativo la nostra capacità di contrastare i tentativi di massa russi su entrambi i lati del confine", ha dichiarato Sergei Nykyforov, portavoce del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un messaggio scritto ai media, tra i quali Afp

08:59
Anche la Germania dà ok a Kiev per l'uso di sue armi in territorio russo

La Germania autorizza gli ucraini a difendersi "nel rispetto del diritto internazionale" contro gli attacchi che arrivano da immediatamente oltre confine. E questo "anche con le armi consegnate", anche quelle tedesche. Lo dice il portavoce del cancelliere Scholz, Steffen Hebestreit, in una nota.

08:55
Medvedev: "Uso armi nucleari contro ucraina non è un bluff"

''La minaccia nucleare russa nei confronti dell'Ucraina non è un bluff o un'intimidazione''. Lo ha dichiarato su 'Telegram' il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev, mettendo in guardia dal rischio di ''calcolare male l'uso delle armi nucleari tattiche'' perché ''questo sarebbe fatale''.

08:02
Mosca: "Da inizio anno conquistato 880 Km2 di territorio ucraino"

L'esercito russo sostiene di aver conquistato 880 km2 dall'inizio dell'anno. Lo afferma il ministro della Difesa Andrej Belousov, come riporta la Tass. «Kiev perde il potenziale offensivo ma continua a dire all'occidente che è pronta a combattere fino alla fine», sostiene il ministro russo. 

08:00
Tajani: "Inviati altri Samp-T in Ucraina. Per noi non è possibile usare armi per colpire la Russia"

"Per noi è impossibile usare le nostre armi fuori dall'Ucraina. Siamo pronti a inviare altre armi ma è importante usare queste armi dentro l'Ucraina per la difesa, come ad esempio la difesa aerea. Abbiamo inviato i Samp-T ed è possibile inviare altri Samp-T in difesa, ma è importante utilizzare queste armi dentro l'Ucraina per la difesa". Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani alla ministeriale informale Esteri a Praga.

07:47
Orban: "Ue a pochi centimetri dalla distruzione"

L'Europa è entrata in una fase intermedia dei preparativi per la guerra con la Russia: lo ha dichiarato il premier ungherese Viktor Orban alla radio Kossuth, come riporta la Tass. Il primo ministro ha sottolineato che "l'entrata in guerra non avviene in una sola fase". "Ci sono tre fasi: discussione, preparazione e distruzione. Ora stiamo terminando la discussione e siamo nella fase di preparazione. Siamo a pochi centimetri dalla distruzione", ha detto.

Approfondisci:

Orban: Ue a pochi centimetri dalla distruzione. Sta preparando la guerra con la Russia

Orban: Ue a pochi centimetri dalla distruzione. Sta preparando la guerra con la Russia
07:31
Cina: "Noi, mai fornito armi nè a Russia nè a Ucraina"

Il ministro della Difesa cinese Dong Jun ha detto al suo omologo americano Lloyd Austin che Pechino non ha fornito "armi ad alcuna delle parti del conflitto in Ucraina". Lo ha riferito il portavoce Wu Qian, in un briefing subito dopo l'incontro tenuto a margine dello Shangri-La Dialogue di Singapore, secondo i media di Pechino.

07:16
Tajani: "Italia invierà altri auiti a Kiev ma non soldati"

L'Italia si è ''mobilitata da un punto di vista economico e militare a sostegno l'indipendenza Ucraina'' e ''invieremo altri strumenti militari a Kiev, ad esempio per la difesa aerea'', ma ''le armi italiane possono essere usate solo all'interno del territorio ucraino per respingere l'avanzata russa e garantire la libertà paese''. Lo ha dichiarato il vice premier e ministro degli Esteri Antonio Tajani intervistato a Mattino 5 su Canale 5.  ''L'Ilalia ripudia la guerra, non possiamo fornire armi per attaccare la 
Russia in territorio russo'', ha aggiunto. ''Un conto è usare queste armi in territorio occupato, un conto è difendere l'Ucraina, un altro è dire che siamo in guerra con la 
Russia'', ha spiegato. 

07:00
Esercitazioni aeree congiunte fra Russia e Bielorussia

Gli equipaggi dei caccia Su-30SM, dei bombardieri Su-24 e degli elicotteri Mi-24, Mi-8 delle Forze aerospaziali russe hanno preso parte ad esercitazioni con l'Aeronautica Militare e la Difesa Aerea delle Forze Armate della Bielorussia. Lo ha riferito il Ministero della Difesa russo. "Gli equipaggi dei caccia multiruolo Su-30SM, dei bombardieri di prima linea Su-24 e degli elicotteri dell'aviazione militare Mi-24, Mi-8 delle Forze Aerospaziali della Federazione Russa hanno preso parte ad un'esercitazione volo-tattica congiunta con le forze e i mezzi dell'Aeronautica Militare e delle Forze di Difesa Aerea delle Forze Armate della Repubblica di Bielorussia. Nell'ambito delle attività nei campi diaddestramento aeronautico, gli equipaggi hanno sperimentato l'uso pratico delle armi dell'aviazione contro obiettivi specifici". Le esercitazioni si sono svolte dal 27 al 31 maggio in volo tattico sul territorio della Bielorussia.

Approfondisci:

Cos’è la deterrenza nucleare invocata dalla Russia in risposta ai missili Usa in Europa

Cos’è la deterrenza nucleare invocata dalla Russia in risposta ai missili Usa in Europa
06:59
"Ok di Biden a colpire territorio russo con armi Usa"

L'Ucraina può usare armi americane per colpire obiettivi militari in Russia, ma solo per difendere Kharkiv. Lo ha deciso il presidente americano Joe Biden, come riporta Politico citando due funzionari statunitensi e altre due fonti a conoscenza dei fatti. "Il presidente ha recentemente dato disposizioni alla sua squadra di consentire che l'Ucraina possa utilizzare le armi statunitensi rispondere al fuoco a Kharkiv in modo che" l'esercito di Kiev "possa rispondere alle forze russe che colpiscono o si preparano a colpire", ha dichiarato un funzionario.  In sostanza, l'Ucraina può utilizzare armi Usa solo per centrare obiettivi militari nella zona di confine in territorio russo. Resterebbe vietato l'impiego di missili Atacms, che possono centrare obiettivi a 300 km.

Approfondisci:

Vertice Nato sull’Ucraina. Il sì di Biden alle armi Usa da usare anche in Russia. Il Vaticano: no all’escalation

Vertice Nato sull’Ucraina. Il sì di Biden alle armi Usa da usare anche in Russia. Il Vaticano: no all’escalation
06:28
Nuovi attacchi a Kharkiv: morti e feriti

Kharkiv è bersaglio quasi quotidiano di bombardamenti provenienti soprattutto dal territorio russo. All'inizio di maggio Mosca ha lanciato un'offensiva sul territorio della regione e sta guadagnando terreno contro l'esercito ucraino in difficoltà.  Nella notte tra giovedì e venerdì è stato lanciato anche un massiccio attacco missilistico contro Kiev, ma tutti sono stati abbattuti, secondo l'amministrazione militare dellacapitale ucraina. 

06:25
Stoltenberg: "Colpire in Russi con armi Nato? Sì, ma in modo responsabile"

Gli alleati si aspettano che l'uso delle armi fornite all'Ucraina contro la Russia, ovvero colpendo obiettivi militari al di là del confine, avvenga "in linea con il diritto internazionale e in modo responsabile". Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg all'informale esteri di Praga. Quanto al rischio di una escalation, il sec gen ha precisato: "Ogni volta che abbiamo dato mezzi all'Ucraina Vladimir Putin ci ha minacciato, è stato così per i pezzi di artiglieria, i tank, i missili, gli F-16". "È la Russia che ha dato il via all'escalation, prima invadendo un altro Paese e ora aprendo il nuovo fronte a Kharkiv".

Approfondisci:

Guerra Ucraina, dai kit di soccorso ai super missili. Quei tabù caduti uno dopo l’altro. "Ma l’invio di truppe è la linea rossa"

Guerra Ucraina, dai kit di soccorso ai super missili. Quei tabù caduti uno dopo l’altro. "Ma l’invio di truppe è la linea rossa"