Corea del Nord, primo caso sospetto. Riunione convocata da Kim Jong-un (Ansa)
Corea del Nord, primo caso sospetto. Riunione convocata da Kim Jong-un (Ansa)

Roma, 25 luglio 2020 - Prosegue apparentemente inarrestabile la pandemia di Coronavirus nel mondo. E ancora una volta i casi di Covid a livello globale segnano un record giornaliero: secondo i conteggi dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ieri i nuovi contagi sono stati almeno 284.196, un dato che potrebbe anche aumentare nelle prossime ore perchè ancora non tutti i Paesi hanno aggiornato l'Oms sulla loro situazione. Si tratta, per ora, di un incremento di quasi il 15% rispetto ai 247.224 casi riportati giovedì. Il record giornaliero precedente era di sabato scorso, con 259.848 casi. E se il fronte americano resta quello più allarmante, l'Oms ieri ha espresso preoccupazione per la situazione in Europa, invocando nuove restrizioni. Dopo il boom di casi in Spagna e Romania, anche la Germania è sotto osservazione. Intanto la Gran Bretagna ha deciso di porre in quarantena chi rientra nel paese dalla Spagna.

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi, 25 luglio

Corea del Nord

Con tutti i dubbi del caso sull'attendibilità delle dichiarazioni nordcoreane (Infatti sembra strano che Pyongyang in questi mesi non abbia mai dichiarato, o registrato, casi di posititvità), la Corea del Nord ha reso noto di avere individuato il primo "caso sospetto" di Covid-19. Secondo l'agenzia Kcna si tratta di una persona fuggita in Corea del Sud, e rientrata recentemente nel Paese. Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha convocato una riunione d'emergenza del politburo per esaminare la situazione. 

Usa

Altri mille e più morti negli Stati Uniti, dove la situazione appare tutt'altro che sotto controllo. Sono state 1.150 le vittime nelle ultime 24 ore, a fronte di 73.800 contagio. I decessi da inizio pandemia in Usa sono oltre 145mila. C'è poi un altro dato importante: da quando gli Stati Uniti hanno "riaperto", il 24 aprile, sono morte 91 mila persone contagiate dal Covid-19 in 92 giorni, con una media di quasi mille decessi al giorno, cioe' 989, rispetto ai 692 di media registrati prima della riapertura. L'immunologo Anthony Fauci, membro della task force della Casa Bianca sul Covid-19, ha confessato di aver ricevuto minacce di morte, che hanno riguardato anche la famiglia. "E' una situazione difficile - ammette - ho ricevuto serie minacce contro di me, mia moglie, contro le mie figlie. Ho pensato, ma sono questi gli Stati Uniti?". Da aprile Fauci e famiglia vivono sotto scorta.

Il virologo della Casa Bianca, sarebbe il responsabile del coronavirus, secondo l'ultima teoria del complotto mandata in onda dalla tv locali del Sinclair Broadcast Group, e contenuta nel video 'Plandemic', vietato da Facebook e YouTube. Fauci avrebbe creato il coronavirus e lo avrebbe spedito in Cina, a Wuhan, divenuta poi epicentro mondiale. 

Brasile

image

Oltre 85mila morti e più di 2,3 milioni persone contagiate. Si aggiorna il bilancio del Covid in Brasile: nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 1.156 decessi legati all'infezione.  I nuovi casi sono 55.891, 2.343.366 il totale dei positivi da inizio pandemia. Lo stato maggiormente colpito è quello di Sao Paulo con 463.218 casi di Covid-19 e un aumento di 11.211 positivi rispetto al giorno precedente. Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha annunciato oggi di essere risultato negativo a un nuovo test per il Covid-19, senza precisare quando è stato eseguito. Intanto il sindaco di Rio de Janeiro ha annunciato che sarà annullata la tradizionale festa di capodanno sulla spiaggia di Copacabana.

Catalogna

La Generalitat, il governo catalano, ha ordinato la chiusura di discoteche, locali notturni e pub per le prossime due settimane, sullo sfondo dell'aumento dei casi di Covid-19 nella regione autonoma spagnola. La misura entra in vigore oggi e durerà almeno 15 giorni, riporta El Pais, dando voce anche agli operatori del settore, secondo i quali il provvedimento portera' alla chiusura definitiva dell'80% dei locali.

Germania

Dopo gli 815 di ieri, in Germania sono stati riportati altri 781 nuovi casi di coronavirus, aggiornando così a 204.964 il totale delle persone contagiate. Lo ha reso noto il Robert Koch Institute, l'agenzia incaricata dal governo di Berlino di monitorare l'andamento della pandemia in Germania. Per quanto riguarda le vittime, sono 9.118 le persone che hanno perso la vita per complicanze legate all'infezione, sette in più rispetto a ieri. Numeri che hanno portato il leader della Sassonia, Michael Kretschmer, a dichiarare che la seconda ondata di Covid "ha già raggiunto la Germania". L'esponente della Cdu (stesso partito della cancelliera Merkel) ha aggiunto: "Abbiamo nuovi focolai di infezione ogni giorno, che potrebbero trasformarsi in numeri molto alti. Dobbiamo collaborare con le autorità sanitarie per rompere questa ondata ogni singolo giorno".

Germania, cani addestrati per scovare il Covid

Germania, cani addestrati per fiutare il Covid-19 (Ansa)

Belgio

l primo ministro belga Sophie Wilmès ha annunciato di prendere in considerazione nuove misure restrittive di fronte all'aumento dei casi di coronavirus. Già oggi sono entrate in vigore misure rafforzate, in particolare l'uso obbligatorio della mascherina in luoghi ad alto traffico, come mercati, vie dello shopping, hotel, ristoranti e caffè.

Gran Bretagna

La Gran Bretagna registra nelle ultime 24 ore altri 61 decessi legati al coronavirus, per un totale di 45.738 vittime. Accertati anche 767 nuovi casi di contagio, per un totale di 298.681. Londra ha deciso di imporre due settimane di quarantena ai cittadini che rientreranno dalla Spagna, dove nelle ultime settimane è stato un aumento di casi di coronavirus. Lo apprende il quotidiano Daily Telegraph da fonti del ministero dei Trasporti. Dalla mezzanotte di oggi, chiunque arriverà in Gran Bretagna dalla Spagna dovrà restare in isolamento per 14 giorni. Chi è rientrato negli ultimi giorni sarà sottoposto al test per il Covid-19. Boris Johnson ha ammesso, in un'intervista a SKy News, gli errori commessi nella risposta iniziale all'epidemia di coronavirus: "Certo che ci sono cose che sono state sbagliate e noi dobbiamo imparare dai nostri errori nel modo più veloce possibile". Una crisi che non è finita, ha poi aggiunto il premier britannico che nei mesi scorsi ha contratto il virus rimanendo ricoverato per alcuni giorni in terapia intensiva. Per BoJo la parte peggiore finirà "a metà del prossimo anno". Ieri sera alla Bbc disse: "Noi non abbiamo capito il virus nel modo in cui avremmo voluto nelle prime settimane e mesi".

Romania

La Romania si conferma tra i principali focolai d'Europa per quanto riguarda il coronavirus. Nel paese balcanico nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 1.284 casi di Covid-19, nuovo record dall'inizio della pandemia. Il numero totale degli infetti è salito a 43.678, i decessi a 2.165 dopo i 15 delle ultime 24 ore.

India

Sono quasi 49mila (48.916) i nuovi casi di coronavirus registrati in India nelle ultime 24 ore. Salgono così a 1.336.861 i positivi nel Paese, mentre il bilancio delle persone che hanno perso la vita per complicanze è salito a 31.358, 757 in più rispetto a ieri.

Gli altri Stati

Tronanon il lockdown le Bahamas. Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 42 nuovi contagi, un dato che ha portato il bilancio complessivo dei casi a quota 316. Marcia indietro sul divieto ai voli commerciali provenienti dagli Stati Uniti, ma quarantena di 14 giorni ed il test anti coronavirus a tutti coloro che arrivano dall'estero. Record di casi importati in Corea del Sud: 86 nelle ultime 24 ore, provenienti per lo più da Iraq e Russia. Sono 34 i nuovi positivi registrati ieri in Cina: 20 nella provincia nord-occidentale dello Xinjiang e nove in quella di Liaoning, entrambe oggetto di focolai. In Polonia il numero degli contagiati del coronavirus è salito oggi di 584 nuovi casi giornalieri, tra cui 9 morti. In Sudafrica positivo il ministro al Commercio del Sudafrica, Ebrahim Patel. E' lo stesso governo ad annunciarlo. Patel è già il quarto ministro dell'esecutivo ad essersi ammalato di Covid-19.