Evergrande ieri ha comunicato la sospensione delle azioni dalla Borsa di Hong Kong (-2,19%). Subito dopo, di fronte a mercati in tensione, ha precisato che la mossa era stata fatta "in attesa di un annuncio" relativo a una "importante transazione". Secondo le indiscrezioni, Hopson Development Holdings, le cui azioni sono state sospese a Hong Kong, starebbe pensando di rilevare il 51% della controllata Evergrande Property Services Group (sospesa dagli scambi) per 5,1 miliardi di dollari. Alla Hopson farebbe gola proprio quel pezzo di Evergrande (in foto il fondatore XuJiaYin) per il suo portafoglio gestionale di appartamenti di medio-alto livello, edifici ad uso ufficio e spazi commerciali, mentre Evergrande farebbe cassa per far fronte ai suoi enormi debiti, pari al 2% del Pil cinese, avviandosi a uno spezzatino delle attività del suo impero.