Milano, 16 maggio 2018 - Un margine operativo lordo in crescita, il sensibile incremento della raccolta pubblicitaria nazionale, il proseguimento nella riduzione dell’indebitamento e la conferma dQN-Quotidiano nazionale come il quotidiano più venduto in edicola. Sono i risultati della prima trimestrale dell’anno approvati ieri dal cda di Poligrafici Editoriale. Risultati che, pur in un contesto ancora difficile per il mercato dove opera, mostrano, sottolinea una nota, «fattori di positività» e si «confermano migliori rispetto alla situazione generale del settore editoriale».

QN-Quotidiano nazionale, fascicolo sinergico di informazione e cronaca nazionale de Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno e Il Telegrafo, si è confermato primo quotidiano italiano per copie medie giornaliere vendute in edicola e nella grande distribuzione e il giornale generalista cartaceo più letto con una media giornaliera di 2 milioni di lettori. Nel primo trimestre il gruppo guidato dal vicepresidente, ad e dg Andrea Riffeser Monti, ha conseguito ricavi per 38,5 milioni, in lieve decrescita rispetto ai 39,1 dello stesso periodo 2017.

I ricavi editoriali hanno registrato una flessione del 5,1% (inferiore al meno 8,3% delle vendite totali di quotidiani in Italia) mentre quelli pubblicitari sono aumentati del 2,1%. Spiccano il sensibile incremento della raccolta pubblicitaria nazionale (+9,7% rispetto a una media di mercato in flessione del 12,4%) dallo scorso anno tornata a essere totalmente gestita dalla concessionaria di gruppo SpeeD e il più 11,7% di quella per le testate online.

Il margine operativo lordo è cresciuto da 1 a 1,3 milioni mentre la perdita di periodo si è ridotta a 0,6 milioni rispetto agli 1,1 del primo trimestre 2017. In calo a 30,2 milioni anche l’indebitamento finanziario netto consolidato.

Il cda ha anche approvato il progetto di fusione per incorporazione della società Editrice Il Giorno in Poligrafici Editoriale per perseguire economie di scala e maggiore efficienza gestionale e finanziaria nonché accorciare la catena di controllo.

Ieri è stata approvata anche la trimestrale di Monrif. La holding a cui fanno capo Poligrafici Editoriale e le attività alberghiere del gruppo ha conseguito un forte incremento (+35%) del margine operativo lordo consolidato a 2,5 milioni e mantenuto ricavi stabili a 43,6 milioni con la perdita di periodo ridotta da 0,9 a 0,3 milioni. Prosegue la sensibile crescita dei ricavi alberghieri aumentati del 18,6% a 5 milioni.