OLTRE 7.600 studenti di 300 scuole italiane hanno partecipato alla prima edizione delle Olimpiadi di Economia e Finanza. Destinata ai ragazzi dei primi tre anni delle scuole secondarie di II grado, la manifestazione è ideata per avvicinare i giovani ai temi economici, finanziari e di cittadinanza attiva. Le prove proposte ai 13 finalisti hanno riguardato i diversi livelli di padronanza delle competenze di Economia e Finanza, con riferimento anche agli obiettivi di Financial Literacy delle prove Ocse Pisa.

DURANTE l’anno, gli studenti, seguiti dai loro insegnanti, si sono preparati per la competizione grazie alle risorse didattiche e ai numerosi esercizi disponibili sul sito delle Olimpiadi (www.olimpiadi-economiaefinanza.it), elaborati dal comitato tecnico scientifico costituito per l’occasione dalla direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del Sistema nazionale di istruzione, che ha promosso l’iniziativa.

DEL COMITATO hanno fatto parte associazioni disciplinari di categoria e docenti, oltre al ministero dell’Economia e delle finanze (Mef), Banca d’Italia, Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) e Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio (Feduf). L’ultima nata tra le competizioni promosse dal Miur, con la media partnership di Rai Cultura e di Rai Scuola, si è avvalsa della collaborazione del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. La premiazione ha avuto luogo a Trieste nell’ambito della manifestazione ‘La Piazza delle Idee’, dedicata ai temi dell’educazione economica e finanziaria a scuola.

NEL CORSO dell’evento sono stati proposti a studenti e docenti attività laboratoriali, studi e riflessioni riguardanti, tra l’altro: l’educazione finanziaria, la storia dell’economia, le tecnologie didattiche innovative, i serious games e la loro efficacia formativa, lo sviluppo dei processi scientifici tecnici e storici a seguito dei quali un territorio si configura, i rapporti tra città e contesto europeo.

DI PARTICOLARE interesse lo spazio di approfondimento dedicato a Leonardo, inserito nell’ambito delle celebrazioni del cinquecentenario della morte del genio italiano, con una lectio magistralis del professor Gian Arturo Ferrari sul tema: ‘Leonardo da Vinci e lo sviluppo del pensiero scientifico in Europa’.