Il presidente del Consiglio Gentiloni e il ministro dell'Economia Padoan (Ansa)
Il presidente del Consiglio Gentiloni e il ministro dell'Economia Padoan (Ansa)

Roma, 16 ottobre 2017 - Via libera del governo alla manovra. Dopo aver approvato venerdì il decreto fiscale, primo pezzo della finanziaria, il Consiglio dei ministri licenzia oggi la legge di bilancio 2018 che quest'anno vale circa 20 miliardi. Tutto nei tempi richiesti da Bruxelles. Più della metà sarà coperta in deficit sfruttando la flessibilità Ue, il resto arriverà da nuove entrate (poco più di 5 miliardi) e dai tagli alla spesa (3,6 miliardi). Tra le principali novità, la sterilizzazione dell'aumento delle aliquote Iva, gli aumenti contrattuali del pubblico impiego e l'avvio graduale della cancellazione del super ticket sanitario da 10 euro. Sciolto anche il 'nodo' giovani: prevista una decontribuzione fino al 50% per tre anni per l'assunzione di personale under 35 (lo sgravio è portato al 100% per i giovani assunti al Sud). La manovra ora è attesa in Parlamento, al Senato, entro il 20 ottobre. 

Manovra finanziaria 2018, aumenti agli statali. Pensioni, cresce l'età

"OBIETTIVO RAGGIUNTO" - Soddisfatto il premier Gentiloni. "Mesi fa si parlava di bilancio di lacrime e sangue  - ha detto il primo ministro - abbiamo io credo invece una manovra snella, utile per la nostra economia". L'obiettivo principale "era quello di evitare aumenti dell'Iva e l'introduzione di nuove tasse, gabelle, accise - ha aggiunto  - obiettivo che abbiamo raggiunto, impegno che è stato mantenuto". Non solo, la legge "contribuisce in modo significativo in particolare con misure rivolte ai giovani, che insieme al mezzogiorno hanno sofferto in modo più evidente", e va nella direzione di "incoraggiare il mondo delle imprese, la loro capacità competitiva, l'innovazione tecnologica". Tra i target raggiunti anche "il rinnovo, finalmente dopo quasi dieci anni, dei contratti del pubblico impiego. Un risultato che certamente è importante ed è una risposta a richieste avanzate da tanti anni delle organizzazioni sindacali". 

image

La legge di bilancio salva il sogno della Tam Tam basket di Castel Volturno - di D. NITROSI

RICERCATORI E GIOVANI - Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan da parte sua ha ricordato l'assunzione "di oltre 1.500 ricercatori" che  dà "un segnale molto chiaro: dopo molti anni si torna a dare linfa vitale all'Università, il Paese può e deve investire in capitale umano". Così Padoan riassume le misure dedicate ai lavoratori in giovane età. Per aggredire lo zoccolo duro dei disoccupati giovani la manovra prevede sgravi contributivi "in una prima fase fino a 34 anni" di età, spiega il ministro. "Poi gli anni successivi" l'età per usufruire della misura si andrà riducendo.