Venerdì 14 Giugno 2024

Professionalità super tecniche: arriva la task force

LA FORTE DOMANDA di professionalità super tecniche dei settori cantieristica aerospazio, difesa, rail, energy, aerospaziale, energy, construction & engineering, cantieristica navale, reti&telco, ferroviario ha portato alla costituzione della Divisione Techne di Openjobmetis. Tecnici e operai specializzati, ingegneri e project manager sono figure professionali sempre più difficilmente reperibili per le imprese italiane che, in molti casi, impiegano oltre sei mesi a coprire queste posizioni. I dati di Openjobmetis evidenziano che il mismatch tra le esigenze dei comparti produttivi più avanzati e il capitale umano disponibile è sempre più profondo. Ad esempio, il 61% delle posizioni per ingegneri elettronici e il 56% di quelle per ingegneri industriali rimangono scoperte, o vengono coperte in tempi lunghi. La situazione non cambia di molto per gli operai specializzati (qui il 55,4% delle richieste non viene soddisfatta) e per profili tecnici qualificati (49%). Un recente studio della Banca d’Italia ha stimato che l’attuazione del Pnrr genererà 375.000 nuovi posti di lavoro, dei quali almeno 280.000 per figure tecniche specializzate. La carenza di questa tipologia personale potrebbe mettere seriamente a rischio alcune delle realizzazioni previste dal Pnrr. La Divisione Techne di Openjobmetis risponde all’esigenza delle aziende di assumere ingegneri, tecnici, sviluppatori, responsabili di progetto, operai specializzati per soddisfare la domanda dei più avanzati settori produttivi del Paese, avendo un know-how ultraventennale nello scouting di professionalità ad alta qualificazione: aerospazio, difesa, rail, energy, cantieristica sono gli ambiti in cui queste figure sono maggiormente richieste.

"Esperti, manager e imprenditori con i quali dialoghiamo ogni giorno condividono la necessità di dare una risposta rapido al bisogno di reperire oltre 10mila figure specializzate che serviranno all’Italia per stendere la fibra e realizzare le reti 5G – spiega Alfredo Greco (nella foto in alto), responsabile della Divisione Techne di Openjobmetis – Cablare l’Italia vuol dire avere a disposizione operai, impiegati, ingegneri e manager impegnati ad avviare una serie di importanti e irrimandabili opere civili, come scavi, montaggi e posa di tralicci per arrivare a stendere migliaia di chilometri di cavi (elettrici, in fibra ottica e telefonici) e connettere così le tante centraline con abitazioni civili e siti industriali. Una sfida nazionale alla quale siamo pronti a contribuire". Per il settore della cantieristica, inoltre, la Divisione Techne ricerca e seleziona ingegneri navali, manager, coordinatori di progetto, tecnici motoristi, elettricisti di officina e di bordo, tecnici per la stesura di cavi e cablaggi.

Per il settore aerospaziale, ingegneri progettisti, ingegneri analisti strutturali, ingegneri avionici, della logistica e pianificazione della produzione; tecnici specialisti automazione, esperti di integrazione sistemi, sviluppatori software; e ancora, strutturisti, cablatori, operatori meccanica di precisione, laminatori di materiali compositi, operatori controllo qualità in produzione. Una carrellata di job description capace di dettagliare lo scenario di un’Italia che vuole tenere il passo dell’avanguardia tecnologica in Europa e nel confronto con il resto del mondo. Un ultimo dato interessante riguarda l’età delle persone assunte in questi ambiti: il 43% ha meno di 30 anni, il 40% è nella fascia 3050 anni e il 17% ha più di 50 anni.