Lunedì 20 Maggio 2024

Ologrammi e IA insieme al servizio dell’e-learning

OLOGRAMMI e intelligenza artificiale si fondono in un unico strumento per moltiplicare le potenzialità della didattica online. La novità è stata presentata da Media Engineering alla Learning Technologies 2023, la fiera più importante al mondo in ambito e-learning. L’evento londinese ha accolto anche innovazioni futuristiche made in Italy, fra le quali spicca quella dell’azienda romana nata nel 2002 dall’intuizione di Antonio e Gianluca Franzese, che affianca al proprio know-how ingegneristico creatività e multimedialità per rispondere alle nuove esigenze delle imprese. Sviluppati per aiutare gli studenti a comprendere meglio i concetti in 3D, gli ologrammi sono stati mostrati in due versioni. La prima è una versione singola, perfetta per visualizzare oggetti tridimensionali in modo dettagliato; la seconda è la versione human, che consente di proiettare l’ologramma di un relatore o di un insegnante, dando l’impressione che la persona sia presente fisicamente in aula. La novità più interessante presentata da Media Engineering riguarda l’integrazione degli ologrammi con l’IA, che permette di portare l’avatar olografico a un livello d’interazione con lo studente finora mai visto. "Abbiamo voluto dimostrare come i nostri avatar e trainer siano in grado di interloquire con le persone, tramite domande dirette e l’utilizzo di un linguaggio naturale – spiega Antonio Franzese – Gli studenti possono quindi interagire con l’ologramma in modo più naturale, ponendo domande e ricevendo risposte in tempo reale. Inoltre, l’intelligenza artificiale può personalizzare l’esperienza di apprendimento in base alle esigenze specifiche di ogni singolo studente, adattando il contenuto e il livello di difficoltà".

Oltre ad aprire prospettive del tutto nuove, il dialogo con gli ologrammi dotati di IA raggiunge il suo massimo con un sistema di visione a 360 gradi in virtual reality. Anche la telepresenza di una persona da remoto, che grazie all’interconnessione può essere replicata un numero infinito di volte sotto forma olografica, rappresenta un enorme passo in avanti nella didattica online. "Sperimentare un apprendimento più coinvolgente e interattivo, adattabile alle esigenze specifiche e difficilmente attuabile nella realtà, rende l’integrazione tra IA, ologrammi e mixed reality uno strumento adatto a favorire la formazione in ogni settore, dall’industria alla scuola, dalla salute alla sicurezza" conclude Franzese.

Andrea Ropa

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro