L’Abi (nella foto il presidente Antonio Patuelli) ha sottoscritto l’accordo quadro per l’anticipo del trattamento di fine servizio (Tfs) e del trattamento di fine rapporto (Tfr) dei dipendenti pubblici e ha immediatamente emanato un’apposita circolare agli associati. L’intesa prevede la firma dei ministeri dell’Economia e del Lavoro, nonchè di quello della Pubblica Amministrazione.

In particolare, l’accordo definisce i termini e le modalità di adesione da parte delle banche all’iniziativa, le modalità di adeguamento del contratto in relazione all’adeguamento dei requisiti pensionistici alla speranza di vita, le specifiche tecniche e di sicurezza dei flussi informativi nonché le modalità di determinazione del tasso di interesse da corrispondere sugli anticipi richiesti.