Il gruppo finanziario Credem punta sui giovani: 140 giornate di colloqui di selezione, 1.400 candidati ascoltati e 50 inserimenti solo nei mesi di marzo e aprile, di cui circa il 60% under 30, sono i principali numeri dell’attività di selezione degli ultimi due mesi dell’istituto. L’attività di selezione proseguirà anche nei prossimi mesi, comunica il gruppo, con l’obiettivo di inserire altre cento persone entro fine anno. L’accento sarà posto, oltre che sul settore commerciale, sull’ambito dell’Information Technlogies con l’assunzione di 30 persone nei prossimi 12 mesi. "I nostri processi di selezione non si fermano perché non si ferma la nostra voglia di investire sulle persone, punto fermo della strategia di sviluppo di Credem", afferma Simone Taddei, responsabile gestione e selezione del personale del gruppo.

Per il mese di marzo erano previste a Reggio Emilia numerose giornate dedicate ai colloqui di gruppo. Vista l’impossibilità di incontrare i candidati in presenza, sono state utilizzate delle modalità totalmente virtuali che Credem utilizza da tempo, ossia colloqui via web condotti da psicologi specializzati. Gli investimenti sui giovani continueranno anche nel 2020 nel solco di quanto fatto negli ultimi cinque anni in cui il Gruppo ha assunto oltre 750 persone tra neodiplomati e neolaureati, circa il 57% delle assunzioni complessive. Per ciascuno è costruito un progetto personalizzato che consiste in una fase iniziale di selezione che punta a conoscere la persona a 360°; seguono l’inserimento e l’affiancamento in fase di on boarding, la formazione continua in termini sia di sviluppo professionale che personale e la job rotation come leva di crescita alla valorizzazione della diversity all’interno della popolazione aziendale.