Roma, 22 luglio 2018 - Scontri nella notte in Val di Susa vicino al cantiere della Tav. Ieri sera un centinaio di manifestanti si sono diretti verso Chiomonte e hanno lanciato petardi contro le forze dell'ordine che presidiano l'aera. La polizia ha risposto lancinado lacrimogeni. Anche due sere fa c'erano stati momenti di tensione tra i no Tav e la polizia, con un gruppo di 150 persone che si era avvicinato al varco 1 del cantiere della nuova linea ferroviaria ad alta velocità. I manifestanti avevano lanciato razzi e petardi contro le forze dell'ordine, che aveva risposto con lacrimogeni. I no tav avevano poi desistito a causa di un forte temporale. 

Cresce, quindi, la tensione in vista della terza edizione del festival Alta felicità, in programma a Venaus dal 26 al 29 luglio, un appuntamento al quale non dovrebbe partecipare uno dei leader storici del centro sociale Askatasuna nonché organizzatore del festival, Andrea Bonadonna, ancora agli arresti domiciliari per gli scontri avvenuti in centro a Torino il 1 maggio 2017.