Giovedì 13 Giugno 2024

Divieto d’avvicinamento alla moglie, la uccide

Un femminicidio scuote Riccò del Golfo: marito uccide moglie con dieci coltellate dopo divieto di avvicinamento. Tragedia familiare con finale drammatico.

RICCÒ DEL GOLFO (La Spezia)

Da un mese e mezzo aveva il divieto di avvicinamento alla moglie. Ma ieri nella tarda mattinata si è presentato a casa e, forse dopo una discussione, l’ha uccisa infierendo sul corpo con dieci coltellate. Poi si è tolto la vita tagliandosi la gola. I due figli, un 16enne e una 12enne, in quel momento non c’erano. La ragazzina ha saputo la tragica notizia a scuola. Aspettava invano che la madre l’andasse a prendere.

Teatro dell’ennesimo femminicidio Riccò del Golfo, paese della Val di Vara in provincia della Spezia. Saida Mammouda, 47 anni, origini tunisine, era diventata italiana nel 2022. "Ci teneva moltissimo", ha detto il sindaco Loris Figoli, ricordandola come una donna ben integrata. Cittadinanza che invece non aveva avuto il marito, Hichem Ben Fattoum, 50 anni, operaio edile con qualche trascorso con la giustizia. Erano in Italia da una ventina d’anni e abitavano da poco in una palazzina dell’Arte, dopo aver vissuto in un alloggio comunale.

La coppia aveva avuto spesso delle discussioni per l’educazione dei figli: il padre non voleva che la ragazzina frequentasse gli amici maschi, anche se con le altre amiche. E una volta aveva esagerato picchiando sia la moglie che la figlia, al suo rifiuto di non uscire con gli amici. Era stata la goccia che aveva fatto traboccare il vaso: lo stesso figlio 16enne aveva convinto la madre a denunciare il padre.

Così era scattato il divieto di avvicinamento. Hichem Ben Fattoum era andato ad abitare alla Spezia, ma ieri si è presentato nella casa di Riccò. Difficile al momento sapere se sia andato con la volontà di uccidere, oppure se si sia trattato di un gesto d’impeto. Di sicuro ha usato un grosso coltello da cucina.

Massimo Benedetti