14 mar 2022

Un milione di bimbi profughi, allarme tratta minori

Mamma e figlia al riparo in un vagone della metropolitana a Kiev. La bimba gioca e dorme in una scatola di cartone
Mamma e figlia al riparo in un vagone della metropolitana a Kiev. La bimba gioca e dorme in una scatola di cartone
Mamma e figlia al riparo in un vagone della metropolitana a Kiev. La bimba gioca e dorme in una scatola di cartone

A due settimane dall’invasione russa dell’Ucraina, gli effetti della guerra sulla popolazione sono stati devastanti. C’è chi trova riparo in rifugi d’emergenza, come la donna nella foto che a Kiev trascorre le giornate nascondendosi in un vagone del treno della metropolitana, utilizzando una scatola di cartone come lettino per il figlio. Ai milioni di sfollati interni si aggiungono i 2,3 milioni di persone che hanno già lasciato il Paese. Circa un milione i minori in fuga arrivati in Polonia, Ungheria, Romania, molti dei quali non accompagnati da adulti. Di questi, 200 mila provengono da istituzioni di accoglienza e quasi la metà, è disabile. "Uno dei problemi è quello dell’identificazione dei bambini: senza un controllo, diventano vittime della tratta", mette in guardia Ernesto Caffo, presidente Telefono Azzurro. Dall’inizio del conflitto sono 37.447 i profughi entrati in Italia. La Moldavia è vicina al "limite" della sua capacità di accoglienza fa sapere il ministro degli Esteri Popescu. E in Polonia, dove sono stati accolti quasi 1,7 milioni di profughi il sindaco di Varsavia, Trzaskowski, ha lanciato un appello a Onu e Ue per ricollocare i rifugiati.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?