David Trezeguet (Ansa)
David Trezeguet (Ansa)

Torino, 18 luglio 2019 - Multa, denuncia e ritiro della patente per David Trezeguet, 'pizzicato' alla guida in stato di ebrezza. L'ex calciatore della Juventus, 41 anni, è stato fermato ieri sera in centro a Torino dalla polizia mentre era al volante del suo Suv. L'ex attaccante si è dapprima rifiutato di sottoporsi all'alcotest e avrebbe a lungo discusso con gli agenti. Alla fine, però, i controlli hanno dato esito positivo, rilevando un tasso alcolemico superiore a quello consentito. Così, oltre a denuncia e multa, per Trezeguet è scattato anche il ritiro della patente.

Trezeguet, a quanto si apprende, avrebbe anche insultato gli agenti che, una quarantina di minunti dopo mezzanotte di mercoledì 17 luglio, lo hanno fermato per un controllo. L'ex calciatore è risultato positivo per tre volte alla prova del "palloncino" con valori compresi tra 1,5 e 1,7 (il limite consentito per legge è 0.5). A quanto viene riferito, l'autore del golden gol che sconfisse l'Italia nella finale degli Europei del 2000, ma anche del rigore sbagliato nella finale Mondiale vinta dagli azzurri nel 2006, non ha preso l'accaduto con sportività.

Chi ha assistito alla scena racconta di un Trezeguet nervoso, irascibile e irriverente nei confronti delle forze dell'ordine. "Non voglio fare il test - avrebbe urlato contro gli agenti delle volanti - Oppure lo faccio, ma dopo un'ora". Non riuscendo a contrattare, avrebbe aggiunto, visibilmente irritato: "Siete dei pezzenti, dei poveracci. Non guadagnate nemmeno duemila euro".