3 apr 2022

Tracce di sangue e i pupazzi lasciati da Carol I Ris nella casa dell’orrore: così è stata uccisa

I carabinieri della Sezione investigazioni scientifiche di Brescia hanno ispezionato a Rescaldina l’abitazione di Carol Maltesi (nella foto), la 26enne uccisa e fatta a pezzi dall’ex compagno Davide Fontana finito in manette. Sul posto anche il procuratore Carlo Nocerino che coordina l’inchiesta. "Abbiamo trovato riscontri alle dichiarazioni dell’indagato, sono state individuate tracce ematiche. La ricostruzione del delitto è ancora in itinere e Fontana verrà interrogato nuovamente nei prossimi giorni", ha spiegato Nocerino aggiungendo: "Fanno tristezza e tenerezza i tanti pupazzi che aveva in casa". L’appartamento del delitto dove l’indagato ha confessato di aver colpito con un martello la vittima, madre di un bimbo di 6 anni, prima di finirla con un coltello, è stato ripulito. Accertamenti dello stesso tipo sono stati svolti anche in casa di Fontana, dove Nocerino ha spiegato "sono state cercate tracce ematiche e sequestrati device elettronici, che saranno analizzati".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?