Si torna alla dicitura ‘genitore 1’ e ‘genitore 2’ sulla carta di identità dei minori under14 e anche sui moduli per l’iscrizione scolastica: a comunicarlo, durante il question time alla Camera, è stata la ministra degli Interni Luciana Lamorgese che in questo modo archivia i termini ‘padre’ e ‘madre’ recuperati da Matteo Salvini quando il Viminale era sotto la sua guida. Molte le proteste che si erano sollevate allora da parte delle famiglie arcobaleno e obiezioni erano venute anche dal Garante della Privacy. "È prevista la reintroduzione della dicitura ‘genitore 1’ e ‘genitore 2’ – ha detto la ministra Lamorgese – per garantire conformità al quadro normativo introdotto dal regolamento Ue in materia di trattamento dei dati personali e per superare le problematiche applicative segnalate dal Garante della privacy" sul decreto del 2019. Con tutti i problemi che ci sono in Italia, al governo si preoccupano di cancellare ‘padre’ e ‘madre’. Prima vanno a casa, meglio è", è stato il commento dell’ex titolare del Viminale, Salvini.