Oltre mille veicoli in Giappone sono rimasti bloccati sotto la neve, alcuni dei quali per ben due giorni, dopo una forte tempesta. I soccorritori sono intervenuti distribuendo cibo, carburante e coperte.

La nevicata, iniziata mercoledì sera, ha lasciato senza elettricità oltre 10mila abitazioni nel nord e nell’ovest del Paese. Nell’autostrada Kanetsu, in particolare, sono stati segnalati diversi ingorghi, le code hanno raggiunto fino a sedici chilometri. In 72 ore sul Giappone centrale sono caduti oltre 210 centimetri di neve.

L’ente meteorologico giapponese prevede che le forti nevicate – nell’ondata di gelo siberiano più intensa di quest’anno – dovrebbero proseguire per tutto il fine settimana. Il primo ministro Yoshihide Suga ha convocato una riunione di gabinetto di emergenza e ha esortato la popolazione alla cautela negli spostamenti in una fase già critica per la recrudescenza della pandemia di Covid.