8 mag 2022

Telemarketing, stop alle chiamate selvagge sui cellulari

Da fine luglio si potrà aderire al Registro delle opposizioni bloccando la pioggia di offerte invasive: almeno 5 a settimana per ogni italiano

achille perego
Cronaca
featured image
Isabella Ragonese nel film 'Tutta la vita davanti'

Un bombardamento di telefonate a tutte le ore, weekend compresi (almeno cinque a settimane per ogni utente), per venderci abbonamenti a Internet, contratti di luce e gas, prodotti finanziari piuttosto che vino, olio o cosmetici. E che, con la pandemia e gli italiani in casa, è aumentato, denuncia il Codacons, del 20%. Così, l’industria del telemarketing fattura 4 miliardi con 120mila addetti tra call center esterni (1400 aziende) e interni alle società della telefonia, dell’energia, di beni di consumo e finanziarie. E produce con la vendita un giro d’affari di 40 miliardi. Ma c’è un modo per difendersi dal telemarketing selvaggio? Un nuovo aiuto arriverà a fine luglio con il Nuovo Registro delle opposizioni.

Il registro

Già dal 2011 è possibile iscriversi gratuitamente al Registro delle opposizioni per interdire il numero fisso agli operatori di telemarketing. Peccato che questa possibilità, oltre che ancora poco utilizzata (poco più di 1,5 milioni di numeri registrati su una platea di oltre 20), sia limitata solo ai numeri di casa presenti negli elenchi pubblici e agli indirizzi associati per bloccare anche l’invio postale di pubblicità indesiderata.

Stop alle chiamate

Dopo quattro anni di attesa con il regolamento (Dpr 262022) pubblicato in Gazzetta lo scorso 29 marzo, esperiti i passaggi previsti entro il 27 luglio dovranno essere pronte le modalità tecniche per la partenza – massimo il 31 luglio – del Nuovo Registro delle opposizioni. Quindi, ha ricordato ieri Simone Baldelli, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulla tutela dei consumatori e degli utenti, "il Registro si aprirà a una platea di 78 milioni di utenze telefoniche mobili".

L’elenco dei blocchi

Con il Nuovo Registro ci si potrà opporre al trattamento dei propri dati per chiamate – anche automatizzate - o invio di materiale pubblicitario per posta non solo per i numeri telefonici fissi presenti negli elenchi pubblici e per gli indirizzi di casa ma anche per i numeri fissi "riservati" e per quelli dei cellulari. L’iscrizione è gratuita e a tempo indeterminato fino a revoca dell’opposizione nei riguardi di uno o più operatori.

Come iscriversi

Online sul sito www.registrodelleopposizioni.it compilando il modulo elettronico con i dati personali, il numero di telefono eo l’indirizzo postale che si vuole iscrivere. Via telefono al numero verde 800265265 e via mail a iscrizione@registrodelleopposizioni.it. Gli operatori di telemarketing al momento della chiamata o sul materiale spedito devono indentificarsi e indicare dove hanno preso i dati personali. In caso di violazione, se non serve chiedere all’operatore lo stop all’uso non corretto dei dati o revocarlo all’azienda che li ha forniti, si può fare denuncia al Garante della privacy (www.garanteprivacy.it).

Le altre armi

Per difendersi dal telemarketing, ricordano ad Altroconsumo, è bene fare attenzione a non dare i consensi al trattamento dei dati personali quando si acquistano beni o servizi. Infine, per stoppare le chiamate indesiderate si possono usare il "blocco contatti" del cellulare o App antispam come Truecaller o Shouldianswer.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?