Martedì 28 Maggio 2024

Mentana contro Gruber, interviene La7: “Mantenere il rispetto reciproco e verso l’azienda”. Il direttore del tg: “Sottoscrivo”. Ma sono ore di riflessione

La conduttrice di Otto e mezzo: "Condivido da 16 anni linee e regole dell’Azienda”. Il giornalista aveva sollecitato una presa di posizione dell’emittente dopo il battibecco con Gruber che l’altra sera ha ricevuto in ritardo la linea. Occhi puntati sul tg di stasera

Lilli Gruber ed Enrico Mentana

Lilli Gruber ed Enrico Mentana

Roma, 8 maggio 2024 – Nello scontro tra Mentana e Gruber interviene LA7, chiamata in causa dallo stesso direttore del Tg della rete. 

“La7 sta conseguendo ottimi risultati grazie al contributo di tutti e ad un prezioso lavoro di squadra. Per questo è fondamentale che non venga mai a mancare il rispetto reciproco. Così come è fondamentale che non manchi il rispetto verso un'azienda che ha nei suoi valori fondanti la libertà di espressione e l'autonomia responsabile dei suoi conduttori e giornalisti”, scrive l’emittente in una nota.

Approfondisci:

Lite Mentana Gruber, lei lo attacca per il ritardo: “Incontinente”. E lui risponde piccato con gli ascolti: “Maleducata”

Lite Mentana Gruber, lei lo attacca per il ritardo: “Incontinente”. E lui risponde piccato con gli ascolti: “Maleducata”
Approfondisci:

Mentana-Gruber, lui tira dritto: “Se l’azienda non parla ne trarrò le conseguenze”

Mentana-Gruber, lui tira dritto: “Se l’azienda non parla ne trarrò le conseguenze”

"Un'azienda - prosegue la nota dell'emittente - che ha saputo negli anni mantenere e ampliare il livello di occupazione, risanarsi economicamente, e diventare un punto di riferimento di eccellenza nel panorama informativo e culturale italiano. Per questo va preservata e tutelata sempre da parte di tutti noi, che ci lavoriamo quotidianamente con passione e orgoglio".

Con un “sottoscrivo”, il direttore Mentana ha postato il comunicato dell’emittente dicendosi quindi d’accordo con il suo contenuto. Ma fonti vicine al giornalista suggeriscono che la riflessione è aperta e potrebbe portare a un nuovo annuncio nel tg delle 20 di stasera. 

Anche Gruber ha replicato alla nota dell’emittente, con poche parole: “Condivido da sedici anni la linea e le regole della mia azienda". 

Ieri sera era stato proprio il direttore a chiedere all'azienda di intervenire. “Altrimenti traggo le conclusioni e le dovute conseguenze”, aveva detto. 

Tutto questo dopo lo scontro con Lilli Gruber, che l’altra sera, dopo aver ricevuto in ritardo la linea per la puntata di Otto e mezzo ha accusato il collega, dicendo che “l'incontinenza è una brutta cosa”. La linea era stata passata in effetti con diversi minuti di ritardo dal tg, ma non è certo la prima volta. In questo caso, però, i toni si sono alzati e il giornalista ha preso di mira anche i vertici aziendali per non aver preso le distanze dalle frasi della collega, alimentando così le voci di un possibile addio alla rete di Urbano Cairo. “Ieri sera siamo andati un pò lunghi con il telegiornale - ha detto

Mentana in conclusione del tg di ieri sera -, era una giornata cruciale, importantissima: la prospettiva di pace in Medioriente, la tragedia di Casteldaccia, vicino a Palermo. In più, come ogni lunedì, c'erano i nostri sondaggi e l'appuntamento con il Data Room di Milena Gabanelli. Come ogni lunedì, siamo andati un pò lunghi, me ne scuso con i telespettatori. Un pò lunghi, come era prestabilito e concordato con chi dirige questa rete”. Quindi l'affondo: “Chi ci ha seguito, Lilli Gruber, ha avuto parole molto sgradevoli e offensive nei confronti del sottoscritto, sono qui da 14 anni e non ho mai offeso nessuno. Gradirei reciprocità e che nell'azienda non ci fosse il mutismo che accompagna la vicenda da 24 ore. Domani vedremo se c'è stato qualcosa, sennò trarrò le conclusioni e le dovute conseguenze”. Vediamo se le parole dell’emittente siano sufficienti a riportare il sereno in casa La7.