26 mar 2022

"Sto con la Rowling" Ma lei attacca lo zar

Putin alza i toni anche sul fronte della cultura. E, oltre a indignarsi per la censura su intellettuali russi, prende a esempio anche autori occidentali come la scrittrice britannica J.K. Rowling (foto), "cancellata – dice Putin –, dopo aver scritto libri per bambini, solo perché sgradita ai fan del gender freedom".

Parole respinte al mittente dalla creatrice di Harry Potter. Rowling nega che si possa ergere a difensore della cultura "chi massacra i civili e imprigiona o avvelena i propri oppositori". Poi, cita Navalny, nemico pubblico numero uno dello zar. E aggiunge: #IStandWithUkraine, io sto con l’Ucraina.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?