Devastati a colpi di mazza e portati via con una ruspa senza tanti complimenti. Una fine ingloriosa per i cavallini simbolo dell’artista Costantino Nivola, scultore sardo di fama internazionale. Abbattute per il rinnovo delle Wise Tower, le statue fanno parte del più grande progetto pubblico di Nivola a New York, realizzato nel 1964. A denunciare l’accaduto sui social la famiglia e la Fondazione omonima che cura il museo di Orani (Nuoro) intitolato al famoso scultore sardo. "Non si tratta di vandali, ma di un progetto di rinnovamento dell’area, – scrivono sui social –. I cavallini di Nivola, ispirati ai cavalli a dondolo dell’infanzia e alla statuaria orientale, sono stati rimossi, le gambe spezzate da colpi di mazza". Per la famiglia e la Fondazione, si tratta di "un atto di vandalismo istituzionale, inspiegabile e scellerato. La riqualificazione delle torri, attesa e benvenuta, può e deve essere realizzata nel rispetto della storia e dell’arte". "Oggi – concludono – è una giornata triste per il Museo, per la Sardegna, e per tutti gli amanti dell’arte. Stiamo contattando i responsabili per provare a recuperare quanto già devastato".