di Antonio Troise   Si parte l’8 dicembre, nella giornata che tradizionalmente dà il via allo shopping di fine anno. Questa volta, nelle tasche dei consumatori, potrebbe esserci un vero e proprio regalo di Natale: 150 euro di bonus che saranno accreditati direttamente sui conti correnti, a patto di fare acquisti per almeno 1.500 euro con carte di credito, bancomat o con le app disponibili sul cellulare. Poi, dall’anno nuovo, l’operazione Cashback entrerà a regime. Il decreto è stato pubblicato ieri in Gazzetta ufficiale. Come attivare il cashback di Natale in 4 mosse L’obiettivo dell’esecutivo è quello di combattere l’evasione fiscale incentivando i...

di Antonio Troise

 

Si parte l’8 dicembre, nella giornata che tradizionalmente dà il via allo shopping di fine anno. Questa volta, nelle tasche dei consumatori, potrebbe esserci un vero e proprio regalo di Natale: 150 euro di bonus che saranno accreditati direttamente sui conti correnti, a patto di fare acquisti per almeno 1.500 euro con carte di credito, bancomat o con le app disponibili sul cellulare. Poi, dall’anno nuovo, l’operazione Cashback entrerà a regime. Il decreto è stato pubblicato ieri in Gazzetta ufficiale.

Come attivare il cashback di Natale in 4 mosse

L’obiettivo dell’esecutivo è quello di combattere l’evasione fiscale incentivando i pagamenti elettronici, che sono facilmente tracciabili e a prova di ’furbetti’ delle tasse. Ecco come funziona.

IL CASHBACK NATALIZIO.

È la novità decisa dal governo per spingere i consumi di fine anno, messi a dura prova dalla stretta anti Covid. Per ottenere lo sconto totale bisognerà effettuare non meno di 10 transazioni per almeno 1.500 euro. Il 10% della somma spesa sarà accreditato direttamente sul conto corrente già entro la fine dell’anno. L’operazione partirà l’8 dicembre e avrà un carattere sperimentale.

IL CASHBACK ORDINARIO.

Da gennaio 2021 si andrà a regime, con rimborsi ogni sei mesi sulla base dei punti accumulati. Per chiedere i 300 euro di rimborsi occorrerà effettuare un minimo di dieci transazioni ogni sei mesi fino a una soglia minima di 1.500 euro. Su base annua, quindi, si potrà incassare una cifra complessiva di 300 euro.

IL SUPER-CASHBACK.

È il piatto più ricco: 3mila euro per i primi centomila cittadini che faranno il maggior numero di acquisti tramite la moneta elettronica.

CHI PUÒ PARTECIPARE.

Tutti i maggiorenni residenti in Italia per gli acquisiti effettuati come consumatori. Sono escluse le spese con carte di credito aziendali o effettuate nell’ambito dell’esercizio dell’attività imprenditoriale o professionale.

CHE COSA FARE.

Possono ottenere il bonus i consumatori che abbiano effettuato "un numero minimo di 50 transazioni regolate con strumenti di pagamento elettronici. In tali casi, il rimborso è pari al 10% dell’importo di ogni transazione". Attenzione però, c’è anche una soglia massima, cioè 150 euro: anche se se ne spendono di più, l’importo massimo rimborsabile per ogni acquisto sarà di 15 euro.

PER AVERE LO SCONTO.

Si dovrà pagare con carta di credito, bancomat, o con le app che sostituiscono il contante e che possiamo trovare sugli smartphone più diffusi. Saranno esclusi gli acquisti on line, per venire incontro alle richieste dei commercianti.

L’APP "IO".

I consumatori dovranno prima di tutto registrarsi al programma cashback iscrivendosi all’app IO, la piattaforma per i servizi della Pubblica amministrazione cui si accedere tramite Spid (l’identità digitale) o carta d’identità elettronica. L’app è disponibile per tutte le piattaforme più usate e dovrà essere installata sul proprio smartphone o tablet. Registrarsi è semplice: bisogna comunicare il proprio codice fiscale nonché indicare un Iban per il rimborso su conto corrente. Ad ogni singolo utente corrisponderà un mezzo di pagamento elettronico e l’Iban sul quale saranno effettuati i ristori da parte dell’Agenzia delle Entrate. I primi soldi dovrebbero arrivare entro la fine dell’anno, in maniera del tutto automatica.