Lo choc di venerdì sera all’Olympia di Parigi, dove l’attrice Corinne Masiero si è completamente spogliata nel pieno della serata dei César, si è a distanza di qualche ora mutato in disapprovazione e sconcerto. Su Twitter, gli applausi in sala per la protesta contro la chiusura di cinema e teatri si sono trasformati in incomprensione. "Se i cinema sono chiusi nella maggior parte dei paesi del mondo – scrive un telespettatore – è perché il Covid-19 uccide. Invece, fortunatamente per Corinne Masiero il ridicolo non uccide". Un altro rincara: "La cultura sfigurata, la donna umiliata". Non solo sui social, ma anche su quasi tutti i media francesi la cerimonia dei César è stata duramente stroncata (si è salvata praticamente solo la presentatrice), ma l’immagine di Corinne Masiero che si toglie il costume da ‘Pelle d’asino’ e resta nuda sul palco resterà a lungo nella memoria. Nulla del genere era mai successo in 46 anni di serate per la consegna degli Oscar francesi.