Migranti (Ansa)
Migranti (Ansa)

Tunisi, 13 febbraio 2021 - Dopo un naufragio al largo di Lampedusa 22 migranti risultano dispersi, uno è morto, ha reso noto la Marina tunisina. Nel comunicato i militari tunisini spiegano di avere salvato 25 dei naufraghi africani durante i soccorsi avvenuti a un centinaio di chilometri a nord-ovest di Lampedusa. I superstiti sono diverse nazionalità africane, tra loro sei donne: sono stati portati a Tunisi.

Open Arms: salvati 110 migranti 

"Dopo allerta di Alarm Phone e ore di ricerca, abbiamo operato secondo soccorso di circa 100 persone, molte donne e bambini, sotto gli occhi di una motovedetta libica in Sar maltese". Con questo tweet Open Arms annuncia di aver salvato in serata circa 110 persone, tra cui molte donne e bambini da un gommone da ore in balia del mare in tempesta. Il fondatore della ong spagnola, Oscar Camps, conferma: "Era in zona sar maltese e sotto gli occhi attenti di una motovedetta libica. Il tempo peggiora rapidamente nel Mediterraneo". 

Ieri la Open Arms aveva soccorso 40 migranti che erano a bordo di una piccola imbarcazione di legno nella Sar maltese. L'operazione di soccorso però era stata preceduta da un braccio di ferro tra l'Astral della ong e le vedette libiche, che hanno cercato di impedire il salvataggio.

Una richiesta di aiuto è stata raccolta da Sea Watch: un barchino con 20 è in difficoltà ma non possono intervenire: "La 'Sea Watch 4', bloccata nel porto di Palermo dalle autorità italiane, ha ricevuto una allerta Navtex relativa a un barchino con a bordo 20 persone. Speriamo possano essere soccorse subito, prima che arrivi la tempesta attesa nel Mediterraneo centrale per le prossime ore".