Polizia
Polizia

Messina, 25 agosto 2021 - Ancora una storia di violenza contro le donne. Ancora un marito violento, accusato di aver tentato di uccidere la moglie, salva grazie all'intervento della figlia della coppia. Dopo la tragedia di Acitrezza costata la vita alla giovane Vanessa Zappalà, l'ultima storia in ordine di tempo a arriva sempre dalla Sicilia, da Messina in particolare. E il movente è sempre lo stesso: una gelosia malata.

Tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia ai danni della moglie sono infatti le accuse contestate a un tunisino d 55 anni arrestato a Messina.  Le indagini sono partite dalla segnalazione di una lite nell'abitazione della coppia. L'uomo in preda all'ira, per motivi di gelosia, aveva aggredito la donna tentando di strangolarla. Grazie all'intervento della figlia maggiore, la vittima è riuscita a liberarsi dalla presa e a fuggire. Dai successivi accertamenti è emerso che l'uomo maltrattava spesso la donna anche in presenza dei figli, tra minacce e insulti e violenze.

Ad Aci Castello (provincia di Catania)  invece i carabinieri hanno arrestato un 33enne che attendeva la ex davanti al posrto di lavoro, armato di coltello.