8 mar 2022

Maradona è morto. Ora lo sa anche il suo ct

Diego non c’è più dal 25 novembre 2020, Bilardo l’ha scoperto da una serie tv. Non gliel’avevano detto perché ha una malattia neurodegenerativa

viviana
Cronaca
Carlos Bilardo, 83 anni, e Diego Maradona, morto. il 25 novembre 2020 a 60 anni, ai Mondiali dell’86
Carlos Bilardo, 83 anni, e Diego Maradona, morto. il 25 novembre 2020 a 60 anni, ai Mondiali dell’86
Carlos Bilardo, 83 anni, e Diego Maradona, morto. il 25 novembre 2020 a 60 anni, ai Mondiali dell’86

di Viviana Ponchia Diceva che Maradona era il figlio maschio mai avuto. E, fino all’altro ieri, era l’unico a non sapere della sua morte. Carlos Salvador Bilardo, 83 anni, ex allenatore dell’Argentina campione del Mondo nel 1986, su consiglio dei medici doveva accontentarsi di risposte fumose per evitare traumi emotivi. "Diego dov’è?" . "E chi lo sa, in giro per l’Europa". Il suo pupillo, l’adorato capitano di un’impresa sovrumana. Per mesi lo hanno protetto da una notizia che non avrebbe fatto bene alla sua salute minata dalla sindrome di Hakim-Adams, o idrocefalo normoteso, una malattia neurodegenerativa spesso confusa con il Parkinson e l’Alzheimer per certi sintomi che combaciano, dall’andatura difficoltosa al decadimento mentale. Però ci è arrivato da solo, perché questo è un mondo permeabile e senza segreti. Un documentario gli ha chiarito il concetto vago di "in giro" e di "Europa". Come dire qui accanto a te e da nessuna parte, in una piega del tempo, certo non dove lo pensavi tu. Il "dottore", soprannominato così per una laurea in medicina tenuta nel cassetto che però ha chiarito dalla prima lezione il concetto di irreversibilità, davanti alla televisione si è comportato proprio come un padre con i poliziotti sulla porta di casa: è rimasto in silenzio, si è limitato a unire le mani e ha chinato la testa. Non poteva funzionare per sempre. Il 25 novembre 2020 è un pianeta distante anni luce che però incombe come tutte le date dei grandi congedi. La solitudine e l’oscurità mi hanno appena derubato dei miei oggetti di valore avrebbe detto Freud. Maradona morto. "El Narigon" ha preso atto, chi ha cercato di proteggerlo anche. Non esiste più la scappatoia nell’oblio, prendiamone atto tutti. Il nasone stratega che mise un’intera squadra a disposizione del suo lider maximo e ha continuato a pensarlo errante chissà ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?