Agnese Beatrici aveva 39 anni. Nella foto con la figlia
Agnese Beatrici aveva 39 anni. Nella foto con la figlia
PIANCOGNO (Brescia) È deceduta dopo essersi ammalata di Covid, probabilmente prendendo il virus in vacanza, dove è stata con la sua famiglia ad agosto. Tra le ultime vittime della pandemia c’è Agnese Beatrici, mamma di 39 anni della frazione Cogno di Piancogno, in Valcamonica. La donna è morta a Milano in un reparto di terapia intensiva. Anche il marito, suo madre e suo padre si sono infettati, mentre stanno...

PIANCOGNO (Brescia)

È deceduta dopo essersi ammalata di Covid, probabilmente prendendo il virus in vacanza, dove è stata con la sua famiglia ad agosto. Tra le ultime vittime della pandemia c’è Agnese Beatrici, mamma di 39 anni della frazione Cogno di Piancogno, in Valcamonica. La donna è morta a Milano in un reparto di terapia intensiva. Anche il marito, suo madre e suo padre si sono infettati, mentre stanno bene i bimbi di due e sette anni. La mamma della signora Agnese risulta essere ancora in ospedale, mentre il padre e il marito si sono negativizzati e non sono più tra le persone in quarantena. I bimbi sono sempre stati bene. Agnese Beatrici non apparteneva ufficialmente al movimento no vax. Non aveva mai partecipato a proteste e non manifestava le sue idee sui social. Era una persona solare e amante della vita, della montagna e delle sue bellezze. Adorava la sua famiglia e la Valcamonica. Era semplicemente convinta di non volersi vaccinare. Era sempre stata molta attenta a rispettare le prescrizioni e a evitare di mettersi a rischio, così come i suoi famigliari. "Agnese era una mamma e una giovane donna – commenta rattristato il sindaco, Francesco Sangalli –. Pensavamo che non avremmo più visto nessuno morire di Covid, invece è accaduto. E questo è per noi un dolore immenso". Nessun commento sulla scelta della concittadina di non vaccinarsi.

Oltre ad Agnese Beatrici, in Italia nelle ultime ore si sono verificate altre morti: quella di Barbara Bertelli. La donna, 49 anni, Viareggina, ha avuto il virus per ben due volte. In questi giorni era a casa. Si era negativizzata da poco dopo essersi infettata per la seconda volta ad agosto. Il suo fisico non ha retto allo stress della doppia malattia. Avrebbe voluto vaccinarsi, ma non ci è riuscita. Aveva deciso di ricevere la prima dose di vaccino in autunno per superare al meglio l’inverno pure Paolo Tortora, 61 anni, di Napoli, che il Covid lo aveva avuto a ottobre 2020 e si era riammalato. Era in ospedale intubato. È morto a causa dell’aggravarsi della sua situazione clinica.

Milla Prandelli