La procura di Torino continua a chiedere condanne per la vicenda della maestra d’asilo che nel 2018 perse il posto di lavoro dopo la diffusione non voluta di immagini intime. Ieri, in tribunale, è stata la volta di due persone processate con il rito abbreviato: 8 mesi di reclusione ciascuno. Si tratta di un uomo che girò le foto alla moglie e di una collega dell’insegnante che le inoltrò alla direttrice dell’istituto. Tutto nei giorni in cui la maestra fu – secondo quanto disse la pm Chiara Canepa in una precedente occasione – sottoposta a una vera e propria "gogna scolastica" e spinta a rassegnare le dimissioni durante una riunione burrascosa in cui fu "additata" e "umiliata" per avere fatto "certe cose". Nel procedimento parallelo, con il rito ordinario, per la preside sono stati proposti 14 mesi, e 12 per la madre di una bimba dell’asilo.