1 ago 2020

Lo storico Berta: "Niente rimbalzo. Effetto lockdown sottovalutato"

Lo storico Berta: impatto devastante nei servizi. "L’Europa archivi l’austerity e spinga i consumi"

andrea bonzi
Cronaca
Lavoro
Lavoro
Lavoro

Sarà una traversata nel deserto, per le imprese italiane. "Difficile immaginare una ripresa rapida, alcune categorie – soprattutto nei servizi e tra le aziende che già prima faticavano – sono state dimenticate e non hanno ricevuto alcun aiuto, e potrebbero non riuscire a rialzarsi". Lo storico Giuseppe Berta, docente alla Bocconi, parte dal numero scritto in rosso dall’Istat, quel -12,4% che certifica il crollo del Pil tra aprile e giugno, trimestre segnato dal lockdown. Professor Berta, quanto lenta pensa sarà questa risalita? "Non prevediamo alcuna ripresa ’a V’: perdurando la situazione di incertezza del Coronavirus, è dura pensare che nel III trimestre si possa avere un rimbalzo decisivo". Il periodo di lockdown sta chiedendo il conto. Si poteva agire diversamente per non deprimere così la nostra economia? "Col senno di poi, si potevano differenziare di più le regioni: siamo partiti tardi a bloccare i focolai al Nord, mentre abbiamo congelato alcuni territori al Centro e al Sud poco colpiti dal virus. Ma non era una valutazione facile, questo va detto". Cosa dobbiamo aspettarci in autunno? Molte attività potrebbero gettare la spugna? "L’Italia scontava un ritardo di crescita già prima della pandemia. Il tessuto di imprese nostrano è variegato. Diciamo che ci sono un quarto di aziende ‘gazzelle’, internazionalizzate e tecnologicamente avanzate che si rialzeranno, mentre tante altre che si reggevano su un mercato interno asfittico, sono in grossa difficoltà. Per quelle più arretrate il rischio è la chiusura". Il governo ha sottovalutato gli effetti del lockdown? "Sì, c’è stata una disparità di trattamento tra le categorie. Alcuni mestieri tradizionali sono stati sorretti. Penso al mio barbiere, senza dipendenti e con la proprietà del negozio: per lo stop di 10-12 settimane ha avuto contributi sufficienti per andare avanti. Nella stessa strada, per dire, ci sono tante altre attività che non hanno ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?