Il frame tratto da una telecamera di sorveglianza (Ansa)
Il frame tratto da una telecamera di sorveglianza (Ansa)

Licata, 30 luglio 2021 - E' finito ai domiciliari con l'accusa di tentato omicidio l'imprenditore di Licata di 48 anni, Gateano Aronica - consigliere comunale della Lega letto da civico con la lista 'Lega noi con Salvini' - che durante una lite, mercoledì sera, ha sparato e ferito il socio in affari con cui lavora nel settore delle onoranze funebri. Ed è proprio in questo ambito in cui sarebbe maturata la lite.

Dopo la segnalazione di alcuni colpi di arma da fuoco esplosi in strada carabinieri e poliziotti avevano immediatamente avviato le indagini. Grazie alla visione delle immagini di alcuni impianti di videosorveglianza della zona è stato possibile ricostruire la dinamica dei fatti. 

Dopo un'accesa discussione il 48enne ha estratto una pistola ed esploso quattro colpi all'indirizzo del rivale. Fortunatamente solo un proiettile è andato a segno raggiungendo la vittima al braccio. Poco dopo l'aggressore si è presentato in caserma insieme al proprio avvocato, facendo ritrovare anche la pistola usata, un revolver calibro 22 illegalmente detenuto, e il relativo munizionamento. Il ferito, un imprenditore di 71 anni, è stato medicato in ospedale e dimesso con una prognosi di 20 giorni.

Per il consigliere comunale il gip di Agrigento ha emesso oggi un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari con l'applicazione del braccialetto
elettronico, eseguita stamani dai carabinieri e dagli agenti del commissariato.

Aronica deve rispondere anche di porto e detenzione di arma clandestina e ricettazione.