29 gen 2022

Le laureate sono più brave dei loro colleghi Ma sul lavoro vengono pagate il 20% in meno

Si laureano prima, con voti più alti. Ma per le donne la salita comincia dopo, con un mercato del lavoro che le occupa meno di quanto faccia con gli uomini, offrendo loro lavori più precari e stipendi più bassi. Sono le indicazioni dell’ultimo rapporto di AlmaLaurea. Le donne, nel 2020, hanno rappresentato la maggioranza dei laureati: il 60%. Si laureano in corso il 60,2% contro il 55,7% degli uomini, e ai voti vincono 103,9 a 102,1. Ma il tasso di occupazione dei laureati di primo livello a cinque anni dal titolo è dell’86% per le donne e del 92,4% per gli uomini. Passando alle retribuzioni, a cinque anni dalla laurea gli uomini che incassano stipendi del 20% più alti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?